02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E CINEMA

Si brinda con Bellussi in “Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica” di Venezia

I vini della famiglia Martellozzo protagonisti dei brindisi delle cene di gala della kermesse, di scena dal 31 agosto al 10 settembre

Per i grandi brand del vino italiano, legarsi ai grandi eventi internazionali è una strategia comunicativa sempre più frequente. Ma c’è chi lo fa da tempo, come, per esempio, Bellussi, la cantina di Valdobbiadene di proprietà della famiglia Martellozzo e vocata alla produzione di spumanti e Prosecco, che si riconferma anche per il 2022 (quattordicesimo anno consecutivo) fornitore ufficiale della Biennale di Venezia e, nello specifico, della “Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica” n. 79, uno degli eventi cinematografica più importanti al mondo che, con la direzione di Alberto Barbera, sarà di scena al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre. E così, se Campari e lo Champagne Moet & Chandon figurano tra i main sponsor, saranno le bollicine venete, e non solo, della famiglia Martellozzo, le protagoniste di tanti momenti ufficiali.
La collaborazione che da anni lega Bellussi e La Biennale di Venezia è sancita dalla linea Lido 1932, composta da quattro vini bianchi prodotti nella Valle Isarco in Alto Adige, che la cantina guidata da Enrico Martellozzo ha ideato in onore della kermesse cinematografica. Il nome della linea, difatti, è un vero e proprio tributo alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica: “Lido” fa riferimento alla zona della città lagunare in cui si tiene il celebre festival, mentre “1932” rimanda all’anno della prima edizione della rassegna, la più longeva al mondo. Le portate servite nelle cene di gala che inaugureranno e chiuderanno l’imminente manifestazione saranno accompagnate da Belpoggio Rosso di Montalcino Doc 2020, prodotto nella tenuta, di Belpoggio a Montalcino, sempre di proprietà della famiglia Martellozzo, e dal bianco Bellussi Lido 1932 Kerner DOC 2021. Per l’intera durata della Mostra del Cinema, nella lounge Bellussi, allestita sulla terrazza dell’Hotel Excelsior, verrà offerto agli ospiti della rassegna cinematografica un calice di BellusSì Blanc de Noir.
E l’auspico è che italiano sia anche il brindisi al vincitore della rassegna (dove sarà consegnato il Leone d’oro alla carriera a Catherine Deneuve), con 5 dei 23 film in gara diretti da registi italiani: Il signore delle formiche di Gianni Amelio, L’immensità di Emanuele Crialese, Bones and All di Luca Guadagnino, Chiara di Susanna Nicchiarelli e, infine, Monica di Andrea Pallaoro. E, con uno sguardo all’attualità, fuori concorso, sarà presentato anche “Siccità”, il nuovo film di Paolo Virzì, con attori come Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Elena Lietti, Tommaso Ragno, Claudia Pandolfi, Vinicio Marchioni, Monica Bellucci, Diego Ribon, Max Tortora, Emanuela Fanelli, Gabriel Montesi e Sara Serraiocco, ambientato in una Roma piegata dalla crisi idrica, con un enorme solco arido al posto del Tevere, la gente come impazzita in coda con le taniche vuote, i giornalisti in giro a caccia di storie, il Papa pronto a parlare alla folla ...

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli