02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ECONOMIA

Tornano le file ai supermercati, l’appello della Ministra Bellanova: “nessuno rimarrà senza cibo”

Gli italiani temono il nuovo lockdown e si affrettano a riempire il carrello. La titolare del dicastero dell’Agricoltura: “acquistate il necessario”
CIBO, COVID, POLITICHE AGRICOLE, SUPERMERCATI, TERESA BELLANOVA, Non Solo Vino
Verso un nuovo lockdown? La Ministra Bellanova: “no file al supermercato, nessuno rimarrà senza cibo”

Nessuno rimarrà senza cibo. A dirlo è la Ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova che ha lanciato un appello per tranquillizzare gli italiani dopo il ritorno delle prime lunghe file davanti ai supermercati. In attesa dei dettagli del nuovo Dpcm i cittadini del Belpaese ripiombano nelle preoccupazioni degli effetti del lockdown. Preoccupazioni che riguardano anche la spesa alimentare. Non a caso, con il coprifuoco in vista, è tornato a fare capolino il fenomeno della “caccia all’acquisto” con i supermercati che hanno iniziato ad essere presi d’assalto e i carrelli a riempirsi di scorte. Siamo solo agli inizi ma il ricordo di quelle immagini con gli scaffali e i banchi frigo vuoti sono ancora fresche nella memoria di tutti. Adesso, però, bisogna evitare “l’effetto psicosi” anche per garantire la sicurezza dei lavoratori e la sostenibilità della filiera. “Sto ricevendo in questi giorni e anche in queste ore - spiega la ministra Bellanova - notizie di code e assembramenti nei negozi di alimentare per timore di un nuovo lockdown e di problemi negli approvvigionamenti di cibo. Voglio tranquillizzare tutti. La filiera agroalimentare è assolutamente in grado di garantire, come in tutti questi mesi, cibo sano e sicuro al Paese”. Non creare allarmismi è necessario per tenere sotto controllo una situazione che potrebbe avere delle conseguenze anche da un punto di vista sanitario. “Invito tutti ad acquistare il necessario - conclude Bellanova - perché non si ingenerino code e assembramenti che rappresentano un rischio per lavoratori e consumatori, e perché non si sprechi cibo”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli