02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA STORIA

Tra arte, provocazione e viticoltura: da un tetto di Reggio Emilia un vino da 5.000 euro a bottiglia

Si chiama “Via Mari 10”, è prodotto in 30 bottiglie, e per il suo produttore “è un vino artistico”. Che conquista i collezionisti più eccentrici

Avvertenze per i lettori ed i wine lover: non basta un balcone per diventare vignaioli. E il fatto che la storia che vi stiamo per raccontare dimostri il contrario, è la tipica eccezione che conferma la regola. Su un terrazzo del centro storico di Reggio Emilia, qualche anno fa, un broker ritiratosi dal mondo della finanza decide di lanciarsi in un progetto più provocatorio che spericolato: produrre, da 20 metri quadrati di viti di Sangiovese coltivate in casa, 30 bottiglie di vino, vendute a 5.000 euro l’una. Le vicende di Tullio Masoni, il nome del broker, sono presto finite sulle pagine della stampa specializzata, internazionale ed italiana.

Il suo progetto, “Via Mari 10” (nient’altro che l’indirizzo di casa), diventa in poco tempo qualcosa di più di un hobby: “un vino artistico, perché se messo in salotto diventa argomento di conversazione”, come ha raccontato lo stesso Masoni al quotidiano “La Stampa” solo qualche giorno fa. Non è un caso che sia “distribuito” (se di distribuzione si può parlare, visto l’esiguo numero di bottiglie prodotte) in una galleria di Reggio Emilia, la Bonioni. E come ogni espressione artistica, il “Via Mari 10” è prima di tutto una forma di provocazione, perché “porta il vino dalla campagna al centro cittadino, e dimostra che un vino buono si può fare ovunque, anche senza territorio: il mio, è un vino apolide”, dice ancora Masoni.

Proprio come pezzi d’arte, che intrigano più per la rarità che per la reale qualità, le bottiglie di “Via Mari 10” hanno già affascinato collezionisti eccentrici in ogni parte del mondo. Anche l’invecchiamento rientra in una visione artistica del vino: i contenitori, due barrique, sono due opere eseguite dallo scultore Lorenzo Menozzi e sono la rappresentazione dell’uomo e della donna. Sul sito sono disponibili ancora diverse bottiglie, con solo 4 annate (dalla 2010 alla 2019) andate esaurite: 2011, 2012, 2013 e 2017.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli