02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’APPUNTAMENTO

Tra enoturismo e futuro, i Sommelier d’Italia a Congresso a Verona (22-24 novembre)

Antonello Maietta: “sommelier sempre più importante anche per il turismo del vino”. Il 24 novembre eletto il migliore d’Italia Ais (Premio TrentoDoc)
AIS, ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER, ENOTURISMO, SOMMELIER, VERONA, vino, Italia
Tra enoturismo e futuro, i Sommelier d’Italia a Congresso a Verona (22-24 novembre)

Figura che negli ultimi anni è stata protagonista della crescita della cultura del vino, il sommelier, oggi, “non è più solo il responsabile dei vini di un ristorante o di un locale, ma sempre più un comunicatore, un consulente, un influencer, e anche una figura di primaria importanza dal punto di vista dell’enoturismo”: parole del presidente dell’Associazione Italia Sommelier (Ais) Antonello Maietta, e spunto per il Congresso, di scena a Verona, dal 22 al 24 novembre, che ha come tema centrale proprio quello de “Il ruolo del Sommelier nell’accoglienza enoturistica”. E che sarà sviscerato nel convegno (sabato 23 novembre, Teatro Filarmonico, Verona), dove si parlerà di come “Trasformare il terroir in destinazione turistica - Comunicazione, Marketing, Digitale, Governance del Turismo, Formazione e Hospitality 4.0”. Un momento di importante riflessione sul futuro del sommelier e della più grande e storica organizzazione di categoria, che oggi conta oltre 40.000 aderenti.

E del legame tra vino e turismo il Congresso sarà espressione plastica, anche con i tanti itinerari proposti nei diversi giorni, nei territori dei Colli Euganei, del Soave, ma anche alla scoperta del legame tra vino, vigna e le antiche chiese di Verona, per esempio, ma anche della Valpolicella, con il suo Amarone ed i suoi fruttai, degli arèle e dei picai per l’appassimento delle uve, e ancora del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene e di Asolo, e delle bollicine venete in generale, per fare degli esempi. Mentre domenica 24 novembre(quando prenderà il via anche “Durello & Friends” 2019, in Gran Guardia, ndr) sarà svelato il Miglior Sommelier d’Italia - Premio TrentoDoc 2019, scelto, dopo tante prove, tra 10 finalisti da tutta Italia (Matteo Antonelli, Francesca Penzo, Alessandro Nigro Imperiale, Stefano Berzi, Francesco Gardi, Simone Vergamini, Alessio Serafini, Valentino Tesi, Luigi Scala, Andrè Senorer).

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli