02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ALTA CUCINA E SOCIAL

Travelers’ Choice Restaurants 2019, Villa Crespi è il ristorante di lusso migliore d’Italia

La classifica di TripAdvisor incorona il locale di chef Cannavacciuolo, terzo nel mondo. Il migliore di fascia media è il Plan Gorret di Courmayeur

Se la grande critica della ristorazione mondiale, Guida Michelin su tutti, ha un peso notevole nel decretare il successo di chef e ristoranti, anche la voce del popolo, ovvero di chi poi nei ristoranti ci va e paga il conto, ha un ruolo rilevante. E, in questo senso, è il ristorante Villa Crespi dello chef Antonino Cannavacciuolo a rappresentare l’Italia nella classifica mondiale dei migliori ristoranti di lusso vincitori dei premi Travelers’ Choice Restaurants 2019, firmati dalla piattaforma TripAdvisor e scelti direttamente dagli utenti, quindi dai clienti, e lo fa dall’alto del terzo gradino del podio mondiale, superato, all’estero, solo dal Trb Hutong di Pechino, al primo posto, e dal ristorante Epicure di Parigi.
A livello europeo il Villa Crespi ad Orta San Giulio si classifica secondo, preceduto dall’Epicure e accompagnato sul podio dal ristorante The Jane di Anversa, Belgio.
Ma se, a livello italiano, il n. 1 della ristorazione di lusso si trova dunque in Piemonte, è la Lombardia la vera protagonista della classifica italiana dei migliori ristoranti di lusso, con ben 4 vincitori nella top 10 nazionale: Da Vittorio a Brusaporto al n. 2, poi il Ristorante Lido ’84 a Gardone Riviera, al n. 3, e i due milanesi VUN Andrea Aprea (n. 7) e Seta (n. 9). Completano la classifica il Ristorante alle Corone a Venezia, al quarto posto, Uliassi a Senigallia al n. 5, il Ristorante Ensama Pesce a Sala Bolognese al n. 6, Il Buco di Sorrento, a Sorrento, al n. 8 e La Pergola, a Roma, al n. 10.
Se si parla, invece, di ristorazione di fascia media, la situazione si fa più “frammentata”: il migliore è il Ristorante Chalet Plan Gorret di Courmayeur, locale storico del Settecento, seguito da un altro locale di montagna, il Ristorante Hotel Camino di Livigno; sul gradino più basso del podio, il romano Mimì e Cocò. Appena fuori dal podio si classifica La Goccia Trattoria di Desenzano del Garda al n. 4, a cui fanno seguito I’Tuscani 2 a Firenze, il VII Coorte a Roma ed il Ristorante Villa San Giorgio a Fiumicino; chiudono la classifica Le Cappelle Medicee a Firenze al n. 8, il Ristorante Il Vicoletto ad Assisi al n. 9 e La Calcheira a Livigno al n. 10.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli