02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ITALIANI A TAVOLA

Trend “Casual Food”: c’è voglia di cibo semplice, informalità e condivisione. La ricerca Doxa

A commissionarla Birra Moretti, che con il sommelier Marco Reitano (La Pergola del Rome Cavalieri) lancia 10 abbinamenti ad hoc

Il ritorno all’essenzialità, ai sapori autentici e alla condivisione tra amici: una tendenza molto forte tra gli italiani. E lo conferma anche una ricerca Bva Doxa, condotta per Birra Moretti: mangiare e bere in buona compagnia è tra le cose che fanno sentire gli italiani meglio con sé stessi. Tra i cibi che regalano questa sensazione di benessere sono quelli del “casual food”, una nuova tendenza di cucina e convivialità, rigorosamente da condividere con le persone con cui stiamo bene , che mette insieme la convenienza e l’informalità del “fast food” alla qualità delle cucine più raffinate: Un modo che coinvolge anche la sfera della cucina di casa, essenziale e semplice, che parla di comfort food e dei piatti di famiglia, come la pasta al forno o le polpette. Non a caso al primo posto della ricerca Doxa troviamo la ricetta di famiglia che ricorda l’infanzia (57%), seguita dalla pizza (56%) e dal dolce (28%). Successivamente trovano spazio un piatto di street food (19%) - come l’arancino, la tiella, la piadina e il supplì - e il cibo da asporto (16%) la cui richiesta, soprattutto in versione un po’ più raffinata, è esplosa negli ultimi mesi .
Proposte che hanno un perfetto completamento nel vino, ovviamente, ma anche nella birra, bevanda simbolo del casual food. In concomitanza con le riaperture dei locali, tra le più apprezzate per l’aperitivo dagli italiani troviamo le birre chiare italiane (41%), le birre artigianali (37%), le birre chiare internazionali (21%). Ed è proprio a questa nuova tendenza di “casual eating” che si ispira Birra Moretti, che si è avvalsa della collaborazione di Marco Reitano chef sommelier del ristorante La Pergola del Rome Cavalieri (3 stelle Michelin) e presidente dell’Associazione “Noi di Sala” - per dare vita a 10 abbinamenti con cui trascorrere i momenti migliori in compagnia delle persone che amiamo, tra ricette “casual” dallo stile contemporaneo e le proprie birre .
Tra le 10 proposte, ci sono piatti che spaziano dal comfort food allo street food, dall’etnico, all’asporto, come gli “Arrosticini”, immancabili nelle grigliate a casa tra amici, proposti in abbinamento a Birra Moretti Ricetta Originale: le note amarognole della birra contrastano la ricca succulenza della carne arrostita ed equilibrano il palato con piacevoli note floreali. Tra i suggerimenti del sommelier Marco Reitano non poteva mancare l’abbinamento tra “Arancino al ragù” e la Ipa, tra i più riusciti per questa popolare ricetta della tradizione siciliana.
Il “casual eating” ha come connotato anche la rapidità di consumo, offre un format originale e riconoscibile: mangiare bene, rilassarsi nel poco tempo che si ha a disposizione, sentirsi bene, trovare la giusta atmosfera, spendere il giusto prezzo se si mangia fuoricasa o si acquista da asporto. Un trend che riguarda principalmente un pubblico metropolitano e che unisce anche target diversi come millennials e generazione Z, che pur avendo poco tempo a disposizione non vogliono scendere a compromessi sulla qualità dei piatti .
Una tendenza, quella del “casual food” che mette insieme diverse anime culinarie protagoniste nel nostro Paese: dallo street food al comfort food fino al delivery e all’etnico che si stanno affermando in questi anni. Basti pensare che oggi in Italia si contano quasi 3.000 imprese di street food, in aumento del 49% negli ultimi 5 anni. Allo stesso tempo la consegna a domicilio, agevolata dalla diffusione delle app e dalla digitalizzazione, è in costante crescita: è il primo comparto delle vendite alimentari on line, una crescita del 56% rispetto al 2018. Infine durante la pandemia il comfort food è aumentato addirittura del 60%.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli