02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VERTICE A LUSSEMBURGO

Ue: risorse per tutelare le produzioni agroalimentari dai dazi Usa, tra stoccaggio e promozione

Dal vertice dei Ministri dell’Agricoltura europei resta comunque aperto uno spiraglio per la soluzione negoziale

“Ove non fosse possibile raggiungere l’accordo con gli Usa, la Commissione Ue è pronta ad attivare misure appropriate, per tutelare i prodotti di punta dell’agroalimentare europeo”. Tra qualche ora scatteranno i dazi Usa sulle produzioni europee, comprese quelle del comparto agroalimentare, e l’Europa, come spiega il Ministero delle Politiche Agricole guidato da Teresa Bellanova, non vuole farsi trovare impreparata. Dall’incontro di Lussemburgo, la Commissione Ue ha infatti dichiarato che, per quanto riguarda i formaggi, c’è la “piena disponibilità ad attivare interventi eccezionali come lo stoccaggio privato e misure specifiche di promozione all’export extra Ue, cui saranno assegnate risorse dedicate”.

Questo però non chiude le porte ad un supplemento di negoziazione, perché il Commissario Ue all’agricoltura Phil Hogan, rispondendo al documento presentato dal Ministero delle Politiche Agricole italiano, “si è detto fiducioso per la ricerca di una soluzione negoziale, nonostante il limitato tempo a disposizione, anche perché nessuna delle parti avrebbe interesse ad avviare una guerra commerciale. Va in questa direzione, la proposta presentata dalla Commissione alla controparte Usa nel luglio 2019”.

Per quanto riguarda la Cimice asiatica, il Ministero ha ribadito alla Ue che ha colpito soprattutto le Regioni del Nord Italia, in particolare i frutteti, stimando complessivamente in 500 milioni di euro i danni al settore ortofrutticolo, tra mancati redditi e danni indiretti. L’Italia ha chiesto alla Commissione di valutare con urgenza ogni possibile soluzione ed anche in questo caso il Commissario Hogan ha assicurato la piena disponibilità della Commissione a valutare le richieste che saranno presentate nel quadro dell’Organizzazione di mercato del settore ortofrutta.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli