02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E ARTE

Umberto Cesari Art Contest: 377 opere in gara, 6 finaliste con il vincitore svelato il 7 aprile

Nel connubio tra vino, arte e comunicazione, il progetto Moma della griffe dell’Emilia Romagna si è imposto in tre edizioni come punto di riferimento

L’unicità può essere valore comune per un’opera d’arte e di alcuni vini. E talvolta, l’espressione artistica può essere capace di trasmettere il messaggio di una bottiglia, e anche di “vestirla”. Come succede nel progetto Moma “MyOwnMAsterpiece” di Umberto Cesari, produttore nel cuore dell’Emilia Romagna, che ha dedicato un’intera linea all’arte. Con le opere da riportare in etichetta selezionate con l’Umberto Cesari Art Contest, concorso quadriennale e progetto di comunicazione artistica diventato, in sole due edizioni, un punto di riferimento per prestigio e autorevolezza. Lo testimoniano le 377 opere arrivate da tutto il mondo per la terza edizione, il cui vincitore, scelto on line tra 6 finalisti (con le votazioni che si sono chiuse oggi), che sarà annunciato il 7 aprile a Verona.
“Tutto nasce dalla prima etichetta della bottiglia su cui era riprodotta un’opera di uno più grandi maestri della pittura italiana del novecento: il grande Giorgio Morandi. Da qui l’idea di dare continuità a questo binomio artistico - spiega l’azienda - creando un contest a cadenza quadriennale.
La prima edizione del concorso si è svolta nel 2011 in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna e l’Accademia di Belle Arti di Ravenna, e ha visto trionfare Elena Valentini con Paper Glass. La seconda edizione ha avuto luogo nel 2015 con la partnership di UQAM, Accademia di Belle Arti di Urbino e Accademia di Belle Arti di Venezia. L’opera vincitrice è attualmente riprodotta sulle etichette della linea di vini Moma, Futurwine di Donatella Carollo”.
Un progetto che fa parte di un progetto di ampio respiro, con l’obiettivo di comunicare il vino, la terra da dove nasce e la sua anima e quella di chi lo produce. Così, insieme alla competizione nata nel 2010, l’azienda ha deciso di rinnovarsi, lanciando un nuovo sito, più moderno e facilmente consultabile, con uno spazio e-commerce molto sviluppato, e ha inoltre ravvivato i canali social, con una strategia che punta di più sulla comunicazione visiva e coinvolgente. La nuova strategia è stata di affidare la realizzazione di foto e di un video a Simone Bramante (in arte Brahmino), art director di fama mondiale che ha firmato progetti per grandi marchi del lusso come Ducati, Dior, Cartier, Moncler, Absolut Vodka, Lavazza e Lamborghini, solo per citare i più famosi.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli