02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CIFRE STELLARI

Una doppia magnum di Brunello Soldera battuta all’asta da Pandolfini per 25.000 euro

Era stimata tra gli 8.000 ed i 16.000 euro. Si tratta di bottiglie studiate dallo stesso Gianfranco Soldera, personalmente, per eventi di beneficenza
BRUNELLO DI MONTALCINO, CASE BASSE RISERVA SOLDERA, PANDOLFINI, SOLDERA, Italia
Una doppia magnum di Brunello di Montalcino Soldera battuta all’asta da Pandolfini per 25.000 euro

Una cifra da record. A Firenze sono i giorni de “La raffinatezza della complessità”, l’asta Pandolfini con più di 600 lotti. E sotto il martelletto si è ripetuta la storia con la doppia magnum di Brunello di Montalcino Case Basse Riserva Gianfranco Soldera 2004, stimata tra gli 8.000 ed i 16.000 euro, ma andata all’asta alla considerevole cifra di 25.000 euro: si tratta di bottiglie, studiate dallo stesso Gianfranco Soldera, per eventi di beneficenza, a cui partecipava sempre in prima persona, o per essere regalate agli amici più cari in particolari occasioni, di cui al mondo esistono solo pochissimi esemplari. Una quotazione stellare, vicina a quelle raggiunte da bottiglie di diverse annate, ma dello stesso genere, sempre sotto il martello di Pandolfini, nel recente passato, e che non sorprende più di tanto considerato che Gianfranco Soldera, scomparso nel 2019, è stato un produttore icona con la sua Case Basse, a Montalcino, realtà che continua ad essere tra le più significative nel panorama enoico del Belpaese. Le storiche riserve di Brunello di Montalcino di Soldera sono tutt’oggi tra i vini italiani più ammirati e ricercati nel mondo come dimostra anche l’asta Pandolfini di oggi.

Copyright © 2000/2023


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2023

Altri articoli