02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO VENETO

Veneto, la Regione incontra i Consorzi dei vini per strategie anti-Coronavirus

L’obiettivo è tutelare le 53 denominazioni d’origine, che valgono 1,3 miliardi di euro, il 40% del fatturato in Italia
CONSORZI, COVID-19, EMERGENZA, VENETO, vino, Italia
I Consorzi del Veneto incontrano la Regione

“Con 14 Docg, 29 Doc e 10 Igt il Veneto è la regione con il maggior numero di etichette d’origine (oltre che la maggiore regione esportatrice, ndr). Il sistema dei Consorzi a denominazione d’origine rappresenta quasi l’80% delle uve prodotte dal vigneto Veneto per un valore di produzione di 1,3 miliardi di euro, pari al 40% del valore fatturato in Italia: per valore della produzione e capacità di esportazione, è la locomotiva dell’agroalimentare regionale”. Così Giuseppe Pan, assessore all’Agricoltura del Veneto, che, domani, incontrerà i rappresentanti dei 23 Consorzi di tutela dei vini a denominazione d’origine e i rappresentanti dell’Unione Consorzi Vini Veneti, organo rappresentativo del settore vitivinicolo a denominazione di origine controllata del Veneto e di coordinamento dei Consorzi. Un confronto per fare il punto della situazione sull’impatto della crisi sanitaria sulla vitivinicoltura e sulle strategie di intervento a difesa dei vini a denominazione d’origine, come le possibilità di stoccaggio nel settore e di vendemmia “verde”, i possibili interventi a supporto della valorizzazione d’immagine e della commercializzazione e il coordinamento nella tutela e nella salvaguardia da abusi, concorrenza sleale e contraffazione.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli