02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Video, fumetti in 3D e foto satellitari: i giovani raccontano il paesaggio del vino

I lavori del progetto “Il paesaggio del vino: nuove forme di conoscenza del territorio” delle Città del Vino, tra le scuole d’Italia
CITTÀ DEL VINO, GIOVANI, PAESAGGI, TERRITORI DEL VINO, vino, Italia
Il fumetto 3D prodotto nel progetto “Il paesaggio del vino" delle Città del Vino

Ci sono mappe satellitari, cortometraggi e anche un fumetto in 3D, “Lo gnomo delle Vigne”, tra i progetti di comunicazione sviluppati dagli studenti di dieci istituti scolastici di cinque regioni (Piemonte, Calabria, Sicilia, Lazio e Toscana) nel progetto “Il paesaggio del vino: nuove forme di conoscenza del territorio”, ideato dall’Associazione Nazionale Città del Vino e finanziato con bando dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. “Uno degli obiettivi del progetto - ha spiegato il vicedirettore delle Città del Vino, Paolo Corbini - era di attirare più persone possibili sul tema del paesaggio del vino, soprattutto i più giovani. Gli studenti coinvolti, alla fine circa 500 nelle cinque regioni interessate, hanno avuto modo di ragionare su cosa è il paesaggio del vino e il valore che ha il paesaggio nella gestione del territorio. Chiaramente nel presentare il progetto abbiamo dato informazioni di base sul paesaggio del vino e la cultura che lo sottende, cercando di non essere troppo tecnici. Dai riscontri avuti dalle scuole direi l’esperienza è stata positiva. Molto interessanti, direi, i video prodotti, hanno infatti colto il senso che volevamo risultasse, cioè che raccontare il paesaggio rurale, del vino, è una questione, se vogliamo, di poesia. Con le scuole scuole coinvolte ormai i contatti ci sono e non è escluso che, al di là del progetto ormai concluso, si vada avanti su altre iniziative. Andremo senz’altro avanti nella strada del coinvolgimento giovanile, mettendo a punto altre proposte”.

Una quindicina di giovani talentuosi (gli esperti junior) seguiti da alcuni esperti Senior, professionisti nel settore della comunicazione, e sotto il coordinamento dell’esperta di food Emanuela Panke, si sono così cimentati nelle varie tecniche espressive, dalla fotografia ai video, scrittura, narrazione e fumetto, per comunicare i molteplici significati e valori del paesaggio vitivinicolo e ideare anche strumenti narrativi per trasmettere quegli stessi valori a un pubblico più vasto.

In Piemonte, i giovani della Scuola enologica “Umberto I” di Alba (e del suo distaccamento a Grinzane Cavour) si sono cimentati nello storytelling, producendo un elaborato sulla “nicchia” delle Birre Iga, in pratica un incrocio tra birra e uva ancora poco conosciuto al pubblico, e andando a intervistare i titolari dell’Azienda vitivinicola Cadia, attiva da trent’anni nei territori di Roddi d’Alba.
In Calabria, gli studenti del Liceo “Preti-Frangipane” di Reggio Calabria hanno scelto la fotografia per esprimersi cogliendo gli stretti, quasi invisibili ma sempre attuali legami tra la costa jonica del reggino, la Grecia e il vino. Il fotografo e documentarista Glauco Canalis che ha seguito il lavoro degli studenti ha osservato come “esplorare il territorio del vino corrisponda a un viaggio nella storia”.
In Sicilia, l’Etna e il paesaggio vitivinicolo della Sicilia Orientale sono stati i soggetti prescelti dagli studenti del Liceo “Musco”, a Catania e dell’Istituto Alberghiero “Rocco Chinnici” di Nicolosi: per rappresentarli si è puntato sulla più moderna iconografia, ovvero immagini da Google Maps e Bing, nonchè immagini di archivio digitalizzate.

Nel Lazio l’Istituto Tecnico Agrario Emilio Sereni e l’Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Garibaldi hanno collaborato con il noto disegnatore della Disney Sandro Dossi per creare il fumetto da leggere con gli occhialini 3D “Lo gnomo delle Vigne”,
pensato in particolare per i più piccoli, quei bimbi che magari accompagnano mamma e papa in viaggi enoturistici e con il fumetto hanno modo non solo di svagarsi ma capire anche meglio il contesto in cui si trovano.
In Toscana, infine, gli studenti hanno svolto il loro compito di comunicazione del paesaggio vitivinicolo affidandosi ai video: gli studenti dell’Istituto Roncalli di Poggibonsi (Siena) hanno girato una decina di video con gli smartphone intervistando persone della Valdelsa per mettere in luce le competenze generiche della popolazione del territorio sulla produzione vinicola. Gli studenti del Liceo Artistico “Duccio di Boninsegna” di Siena, invece, hanno dal canto loro messo a frutto le loro abilità nelle tecniche della multimedialità producendo un cortometraggio sui paesaggi del vino.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli