02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ENOTURISMO

Vigneti Aperti, il Movimento Turismo del Vino ripensa l’enoturismo in Lombardia

Un nuovo format, “a prova di Covid”: le attività sono ripensate per essere svolte all’esterno, nel cuore pulsante delle cantine, tra i filari

Con gran parte degli eventi cancellati, ma comunque tanta voglia di tornare ad una normalità, il mondo del vino ripensa spazi ed iniziative. Ed è così che uno degli eventi enoturistici più amati da wine lovers e appassionati, “Cantine Aperte”, andato in scena quest’anno in versione digitale, vede arrivare una versione “a prova di Covid”: in Lombardia, il Movimento Turismo del Vino, dal 20 giugno all’8 novembre, lancia un nuovo format, “Vigneti Aperti”.
Un modo per promuovere il turismo del vino in cantina, spostando però le attività per grandi e piccini maggiormente all’aria aperta, tra i vigneti appunto, mantenendo come obiettivo principale quello di offrire wine experiences che coinvolgano i visitatori nel mondo del vino, nella degustazione e nella bellezza dei paesaggi che circondano le aziende, tra assaggi direttamente in vigna, con chiacchierata con i produttori e pic nic immersi nella natura, ma anche yoga e ginnastica tra i filari, trekking ed escursioni tra i territori, vendemmie didattiche e aperitivi e cene in location enoiche speciali.

Volontà, quella dei produttori, di riportare le persone a godersi vacanze ed esperienze, venendo incontro alle esigenze delle persone di sentirsi al sicuro, all’aria aperta: volontà e pensieri, rappresentati nell’immagine che fa da locandina a questa nuova iniziativa, per mano dell’illustratore acquarellista Max Di Battista.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli