02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
NUMERI & TENDENZE

Vini da tavola i più venduti, in flessione gli acquisti di Doc, Docg e Igt nella spesa in gdo

I dati Coop, analizzati da WineNews, dall’emergenza Covid alla ripartenza dell’Italia. Vini da tavola da -0,7% a +29%, a Denominazione da +14% a +9%
COOP, COVID-19, DOC, DOCG, IGT, VINO DA TAVOLA, Italia
WineNews ha analizzato i dati Coop delle vendite di vino in tempi di Covid

Se è vero che il lockdown, e le sue conseguenze in termini socio-economici per l’Italia, ha spinto molto un ritorno alla quotidianità, anche in fatto di cibo, riportando la tavola al centro della vita degli italiani, restituendo il giusto valore ai prodotti e riconoscenza a chi ha continuato a produrli, distribuirli e venderli per noi nell’emergenza Covid, la riprova sta anche nei consumi di vino che emergono dalla gdo italiana. Secondo i dati Coop, analizzati da WineNews, il carrello riempito di prodotti 1-2 volte la settimana per averli sempre in dispensa, ha fatto balzare le vendite di vini da tavola, passati dallo -0,7% nella spesa “bunker” all’inizio dell’emergenza (febbraio-marzo 2020, sullo stesso periodo 2019), al +23,8% nel lockdown (marzo-maggio), fino ad un +29,4% nel post-lockdown (maggio). A fronte, però, di un acquisto di vini Doc, Docg e Igt - evidemente fatto più nella convivialità venuta a mancare - in flessione, seppur con segno positivo, dal +14,5% nell’emergenza, al +6,8% nella quarantena, al +9,7% nella fase 2.
“L’auspicio in questa fase è che si ripristini la situazione precedente, poiché nel lockdown abbiamo venduto molto più vino di base e molto meno di livello superiore - spiega Maura Latini, ad Coop Italia - lo stare a casa ha concentrato gli acquisti sul vino da pasto, puntando sul rapporto qualità-prezzo, nella fascia dai 3 ai 5 euro grazie ad una referenza di 20 etichette a marchio. Questo perché le vendite nella grande distribuzione di vini di livello sono più legate ad occasioni come cene fuori casa con gli amici o ai regali”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli