02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL VINO E LE SUE “MATERIE”

Vinitaly 2022: mercati, normative, politica, agronomia e non solo, tutti i convegni più interessanti

Dal 10 al 13 aprile, a Veronafiere, tante le tematiche legate al vino, affrontate da imprese, accademici ed istituzioni, per disegnare il futuro
CONVEGNI, VERONAFIERE, VINITALY, Italia
Mercati, normative, politica, agronomia e non solo: i convegni di Vinitaly

Mercati, normative, politica, agronomia e non solo: Vinitaly, da sempre, oltre ad essere la più importante fiera di business del vino italiano, è anche un momento di confronto, approfondimento e aggiornamento su tutto quello che ruota intorno al settore. E, così, sarà anche in questo Vinitaly 2022 “di ripartenza”, dal 10 al 13 aprile, a Verona.
Domenica 10 aprile, per esempio, oltre alla classica cerimonia inaugurale (alle ore 10:30), si partirà subito “dalla vigna”, con un focus sull’“Indice Bigot”, l’indice che misura la “qualità” dei vigneti italiani (alle ore 14:30, con la regia dell’Ersa, l’Agenzia per lo Sviluppo Rurale del Friuli Venezia Giulia), mensempre alle ore 14:30, l’Unione dei Giuristi della Vite e del Vino, con esperti di Federvini ed Unione Italiana Vini (Uiv), e docenti universitari, approfondirà le novità della nuova Ocm Vino, strumento fondamentale per la promozione e lo sviluppo del vino italiano. Alle ore 14.45, ancora, sarà di scena Road to Vinitaly: la voce delle Regioni del vino italiano. Overview, mercato e prospettive”, firmato da Nomisma ed Unicredit con, tra gli altri, l’eurodeputato Paolo de Castro, i presidenti di Veneto, Luca Zaia, ed Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il Ceo di Unicredit Italia Niccolò Ubertalli, produttori come Alberto Tasca (Tasca d’Almerita) e Sandro Cavicchioli (Cavicchioli), e Consorzi come quello del Prosecco Doc, con il direttore Luca Giavi. Ancora, nell’analisi di Unione Italiana Vini (Uiv) e Wine Intelligence-Iwsr, si parlerà del mercato n. 1 per il vino italiano, quello degli Usa, nel convegno “Il vino italiano è pronto per le sfide del mercato americano?” (ore 15:00).
Lunedì 11 aprile, invece, torna il tradizionale focus sul “Vino nella distribuzione moderna”, tema quanto mai attuale anche alla luce dei rincari dei costi di produzione, di scena alle ore 10:30, con i dati di Iri e le testimonianze di catene come Conad, Coop Italia e Carrefour, ed aziende come Villa Sandi e Caviro, mentre sempre alle 10:30 si parlerà de “Il vino dal mito al diritto”, con la lectio magistralis del magistrato Stefano Amore, nel convegno firmato dall’Accademia della Vite e del Vino. Alle ore 11:15, invece, sarà approfondito un tema delicatissimo come quello del giusto bilanciamento tra promozione ed educazione nel settore del cibo, con, tra gli altri, la vice presidente del Parlamento Europeo Pina Picierno, mentre alle ore 14:30 spazio a “L’innovazione digitale a servizio del settore vitivinicolo: dal vigneto al consumatore”, firmato da Serena Wines 1881 e Vinophila. Ma, sempre l’11 aprile, alle ore 14.30, sarà di scena anche il primo evento congiunto tra le due rappresentanze di filiera, Unione Italiana Vini (Uiv) e Federvini, ovvero la tavola rotonda “La cultura del Vino: un modello mediterraneo”, in collaborazione con “Wine in Moderation”. Con la moderazione del direttore Rai 3 Franco Di Mare, interverranno Sandro Sartor, presidente “Wine in Moderation”, Silvana Hrelia, professore Ordinario di Biochimica, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita (Università di Bologna), Elisabetta Bernardi, nutrizionista, biologa con specializzazione in Scienza dell’alimentazione, Andrea Poli, professore di Nutrition Foundation of Italy, Francesco Visioli, professore dell’Università di Padova, Ernesto Di Renzo, professore di Discipline Antropologiche, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Tor Vergata, e sono attesi anche il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, il Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio e il Sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa.
Martedì 12 aprile, alle ore 9:00, invece, si parte con la premiazione dei vincitori dei Concorsi Veronafiere, “5StarWines” e “Wine Without Walls”, alle ore 11:00 ci sarà la presentazione del “Bilancio di Sostenibilità” 2021 della Cantina Produttori Valdobbiadene - Val d’Oca, tra le realtà più grandi del prosecco. Alle ore 11:30, invece, toccherà al secondo focus firmato Uiv-Federvini: sarà presentato, in collaborazione con l’Associazione Europea Comité Vins, l’evento dedicato alla piattaforma digitale U-label per fornire in maniera trasparente ai consumatori le indicazioni nutrizionali e la lista degli ingredienti dei vini. Il giornalista de “Il Sole 24 Ore” Giorgio dell’Orefice modererà gli interventi di Ignacio Sanchez Recarte, Segretario Generale di Comité Vins, Paolo Castelletti, segretario generale di Unione Italiana Vini, Vittorio Cino, direttore Federvini, ancora insieme al MInistro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, il Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio e l’eurodeputato Paolo de Castro Paolo De Castro. Mentre alle ore 14:00 con l’Enit - Agenzia Nazionale del Turismo, si parlerà de “L’enoturismo come strumento per lo sviluppo territoriale”, con, tra gli altri, Roberta Garibaldi, ad Enit e tra le massime studiose di enoturismo in Italia, il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia ed Alessandra Priante, Direttore Regionale Europa Unwto, l’organizzazione delle Nazione Unite dedicata al turismo. Solo alcuni dei tanti approfondimenti selezionati da Winenews che saranno di scena a Verona, dal 10 al 13 aprile, con un approccio decisamente multidisciplinare ad una materia tanto poetica, quanto tecnica, come quella del vino.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli