02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & MERCATI

Vinitaly punta sul Canada, quinto mercato enoico mondiale, con 1,7 miliardi di euro di import

Il Canada Roadshow, insieme ad Ice, dal 5 all'8 novembre, da Ottawa toccherà poi Nova Scozia, Terranova e Labrador
CANADA, ICE, VINITALY, Archivio
Vinitaly fa rotta sul canada

Con 1,7 miliardi di euro di vino importato nel 2017, il Canada rappresenta il quinto mercato più importante al mondo per valore di importazione. L’Italia, protagonista di una crescita convincente nell’ultimo quinquennio (+14,1% contro un +8,3% della media mercato), nei primi 8 mesi 2018, sembra aver rallentato la propria corsa, con un +1,3% a valore a cambi correnti (221 milioni di euro) sui vini confezionati, rispetto alla Francia, market leader con 234 milioni di euro a +7,8% sullo stesso periodo dell’anno precedente (elaborazione WineMonitor/Nomisma). Ecco perché diventa tanto importante il Canada Roadshow di Vinitaly International Academy, con la collaborazione di Ice Canada che, dal 5 all’8 novembre, parte, per la prima volta, da Ottawa, in un viaggio nell’estremo Est del mercato nordamericano che tocca anche Halifax in Nova Scozia e St. Johon’s nella provincia di Terranova e Labrador, alla conquista di un mercato diventato da anni target di Vinitaly, tanto che, nell’edizione 2018, sono stati ben 1.7000 gli operatori canadesi arrivati a Verona.
“Il roadshow prevede attività di formazione realizzata dalla Vinitaly International Academy, con la presentazione di vini noti, meno noti o sconosciuti in Canada, per proporli in un mercato che cerca
costantemente nuovi prodotti e ha ancora grandi potenzialità di crescita - spiega Giovanni Mantovani, dg Veronafiere - e proprio per stimolare la domanda, per la prima volta due dei seminari, solitamente rivolti agli operatori del settore, sono aperti a un pubblico selezionato di consumatori, ai quali verranno spiegati anche gli abbinamenti con una selezione dei grandi formaggi Dop italiani”. Nella stessa direzione anche l’Ice Canada: “per consolidare la presenza dei vini italiani - aggiunge Matteo Picariello, direttore Ice Canada - sposteremo parte del focus del sostegno Ita a iniziative volte a favorire l’ingresso di nuovi prodotti e produttori, anche con azioni di supporto ai consumi e campagne social e pubblicitarie”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli