02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BOTTIGLIE ALL’INCANTO

Vino e collezionismo, ripartono le aste: appuntamento il 26 settembre, a Milano, con “Il Ponte”

Sotto il martelletto “Vini pregiati e da collezione” di Italia e di Francia, tra grandi nomi e vecchie annate, Supertuscan e Bordeaux in testa
ASTE, Bordeaux, IL PONTE, SUPERTUSCAN, vino, Italia
Il Richebourg Grand Cru 1993 di Meo-Camuzet, top lot in catalogo de “Il Ponte”

Il collezionismo enoico non conosce crisi, e gli appassionati sono sempre a caccia di occasioni che, spesso, arrivano dalle aste. Che riprendono la loro marcia dopo la pausa estiva, anche in Italia, con “Vini pregiati e da collezione”, che sarà battuta il 26 settembre, a Milano, dalla Casa d’aste Il Ponte, con una selezione di grandi etichette, soprattutto Supertuscan e Bordeaux, d’Italia e Francia.
Tra i top lot italiani per stima di quotazione, spiccano quelli da 12 bottiglie di Sassicaia della Tenuta San Guido, uno dell’annata 1986, tra i 1.400 ed il 1.600 euro, e ed uno della 1997, quotato tra i 1.300 ed il 1.400 euro, nonostante etichette non perfette, ma anche quello da bottiglie di Primus 2003 di Rocca di Frassinello, quotato tra 1.600 e 1800 euro, e interessanti sono anche i lotti di vecchie annate, anche di grandi formati, di Barolo Sperss di Angelo Gaja, di Tignanello Antinori, Ornellaia, Barolo Riserva di Borgogno del 1931 e non solo. Ma il top lot, in assoluto, è quello da due bottiglie di Richebourg Grand Cru 1993 di Meo-Camuzet (che parte da 3.300 euro).

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli