02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
POLITICA ENOICA

Vino e futuro: il 5 ottobre al Ministero delle Politiche Agricole il tavolo di filiera

Al centro dell’incontro con le rappresentanze, il tema del Prošek croato, il rapporto tra vino e salute nel quadro Ue e la promozione
ASSOENOLOGI, CIA-AGRICOLTORI, Confagricoltura, COOPERATIVE, COPRAGI, FEDERVINI, POLITICHE AGRICOLE, TAVOLO DI FILIERA, UNIONE ITALIANA VINI, vino, Italia
Vino e futuro: il 5 ottobre al Ministero delle Politiche Agricole il tavolo di filiera

Ci sarà la questione del Prošek croato, che ha conquistato le cronache enoiche e politiche dei giorni scorsi, ma anche un futuro da scrivere insieme per la filiera del vino italiano, quella con il miglior saldo nella bilancia commerciale e quella con il maggior valore aggiunto, grazie ad un fatturato che alla produzione vale intorno ai 13 miliardi di euro. Tanti gli argomenti che saranno affrontati dal Tavolo della Filiera Vinitivinicola convocato dal Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli per il 5 ottobre, “per un confronto sulle priorità e le tematiche urgenti del settore”. Che, da quanto apprende WineNews, contano il tema della promozione, ma anche la grande tematica del rapporto tra alcol e salute nel quadro dello Europe’s Beating Cancer Plan che, tra le altre cose, a inizio anno aveva fatto temere per un taglio drastico ai fondi promozione e non solo (rischio ancora non del tutto scongiurato, ndr).
All’incontro, cui prenderà parte anche il Sottosegretario alle Politiche Agricole (con delega sul vitivinicolo) Gian Marco Centinaio, saranno collegati, in videoconferenza, i presidenti Assoenologi, Riccardo Cotarella, Cia-Agricoltori, Dino Scanavino, Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, Copagri, Franco Verrascina, Federdoc, Riccardo Ricci Curbastro Federvini, Micaela Pallini, Unione Italiana Vini, Ernesto Abbona, e il Coordinatore Gruppo Vino di Alleanza delle Cooperative Italiane, Luca Rigotti.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli