02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’APPUNTAMENTO

Vino italiano tra mercati e trend: i “top player” si incontrano a “VinoVip Cortina”, il 10-11 luglio

Tra talk e degustazioni, torna la “biennale” firmata dalla storica rivista “Civiltà del Bere”, nella perla delle Dolomiti
CIVILTÀ DEL BERE, CORTINA, vino, VINOVIP CORTINA, Italia
Vino italiano: i “top player” si incontrano a “VinoVip Cortina”, il 10-11 luglio

Fare il punto sui mercati in un momento quanto mai complesso da decifrare e con un futuro quanto mai incerto da immaginare, tracciare le tendenze in vigna, che raccontano a loro modo su cosa investono in produttori, e degustare grandi vini delle più prestigiose cantine italiane nello scenario mozzafiato delle Dolomiti: è la sintesi di VinoVip Cortina”, biennale firmata dalla rivista “Civiltà del bere”, con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo e il contributo di Agenzia Ice, che torna in scena domenica 10 e lunedì 11 luglio, per due giorni rivolti ai professionisti di settore ma anche agli appassionati, con talk di approfondimento sul mondo del vino, incontri ad alta quota e un “grand tasting” delle migliori etichette, tra classici e novità, delle 59 aziende italiane protagoniste.
Con nomi che vanno, solo per citarne alcuni, dalla Marchesi Antinori alla Tenuta di Arceno, da Argiolas a Banfi, dalla Berlucchi a Bertani, da Biondi-Santi a Bortolomiol, da Carpineto a Dievole, da Dei a Donnafugata, da Ambrogio e Giovanni Folonari alle Tenute del Leone Alato, da Lungarotti a Mandrarossa (Cantine Settesoli), da Masciarelli a Masi Agricola, da Mezzacorona, a Nino Negri, da Pasqua Vigneti e Cantine a Pio Cesare, da Planeta a PuntoZero, da Rocca delle Macìe a Ruffino, da Tenuta San Guido (Sassicaia) a Tenuta Sant’Antonio, da Santa Margherita a Cantina Santadi, da Santi a Speri, da Castello del Terriccio a Tedeschi, da Tommasi a Torrevento, da Umani Ronchi a Velenosi, da Villa Sandi a Zenato, da Zorzettig a Zymé.
Si inizia con il tradizionale talk show (ingresso gratuito, su prenotazione), in programma all’Alexander Girardi Hall domenica 10 luglio (ore 15.30), che quest’anno sarà dedicato al tema delle nuove competenze: il patrimonio di conoscenze indispensabili per i professionisti del vino, sia nella produzione nella comunicazione e nei servizi. Tra i relatori, grandi imprenditori e i sostenitori della manifestazione, selezionati ciascuno per un’area di expertise molto specifica: Foragri (formazione continua in agricoltura, che parlerà delle esigenze di formazione delle aziende agricole), Della Toffola Group (il cui focus sarà su sostenibilità, digitalizzazione, servizi per la tecnologia di cantina), Vinitaly (che disegnerà il domani oltre la fiera, ovvero il global networking), Vivai Cooperativi Rauscedo (che parlerà di tendenze e nuove frontiere tra i vitigni) e Studio Impresa, con Luca Castagnetti (che spiegherà come “leggere” i bilanci per capire dove va l’impresa).
“Il talk-show a “VinoVip Cortina” è uno dei momenti più importanti, un brain-storming di autorità del mondo del vino e produttori leader”, dichiara Alessandro Torcoli, editore della storica rivista del vino italiano “Civiltà del bere”. “Ad ogni edizione - aggiunge - gli imprenditori e i top manager si ritrovano a “VinoVip Cortina” per dibattere temi di grande attualità, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti di settore. Quest’anno punteremo i riflettori sul mondo del lavoro e in particolare sulla formazione e sulle competenze necessarie per crescere professionalmente nel mondo del vino”. Nel talk show sarà svelato e consegnato il Premio Khail 2022, riconoscimento intitolato al giornalista e fondatore della rivista “Civiltà del Bere” e destinato ad un personaggio che si è distinto nella valorizzazione del vino italiano nel mondo.
Sempre domenica 10 luglio (ore 21.30), invece, sarà di scena la proiezione di un cult del cinema italiano, tra film italiani più visti di sempre al cinema, ovvero “… continuavano a chiamarlo Trinità”: presentata dal giornalista Luciano Ferraro (vice direttore del “Corriere della Sera”), con gli eredi del produttore Italo Zingarelli (fondatore di Rocca delle Macìe, la spettacolare cantina della famiglia Zingarelli in Chianti Classico, oggi guidata dal figlio Sergio Zingarelli, ndr), la proiezione speciale celebra i cinquant’anni della pellicola che vede per la seconda volta in azione la coppia Bud Spencer-Terence Hill. Nella giornata di lunedì 11 luglio (dalle ore 15.30 alle ore 19), invece, si apriranno le porte dell’evento più atteso di “VinoVip Cortina”: il “grand tasting” nell’accogliente Club House del Golf Club, ai piedi dei Monti Faloria e Cristallo. Ognuna delle cantine presenterà tre etichette d’eccellenza in un walk-around tasting di oltre 170 vini e distillati (qui l’elenco completo), con vista da sogno sulle Dolomiti ampezzane.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli