02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

“Wine Spectator Video Contest”, premio all’Italia, nel ricordo di Pierluigi Tolaini

Al filmato di Lino Puja dedicato al produttore toscano scomparso in aprile, il premio speciale per la “migliore riflessione filosofica”
LINO PUJA, TOLAINI, VIDEO CONTEST, WINE SPECTATOR, Italia
Un immagine dal video di Lino Puja dedicato a Pierluigi Tolaini

In un’epoca in cui la comunicazione è sempre più fatta di piccoli video che invadono computer e smartphone attraverso mille app, anche il vino si adegua. Anche attraverso tanti concorsi dedicati. E fra questi uno dei più celebri è il “Wine Spectator Video Contest”, che, nell’edizione 2020, anno della pandemia, ha proposto il tema del “wine at home”, ovvero il consumo di vino a casa. E se a vincere, con i voti degli utenti, è stato il breve musical firmato dalla famiglia Campione, “Drink the Best in House Arrest” (“Bevi il meglio agli arresti domiciliari”, ndr), c’è anche un tocco d’Italia, con il premio speciale come “Best Philosophical Musings” (migliore riflessione filosofica), andato al video “Crepuscule of Covid - Reflections of a Winemaker During Lockdown”, dedicato alla memoria di Pierluigi Tolaini, imprenditore che ha dato vita ad una delle realtà storiche del vino di Toscana, scomparso in aprile 2020, oggi condotta da Lia Tolaini. Un video scritto e diretto da Lino Pujia, già protagonista di opere dedicate al vino, come “The Duel of Wine”.
Immagini di Toscana e musica, che accompagnano questa riflessione, nata ancora in piena fase di lockdown, passata in Canada: “il 2020 finora è sembrato un pò stonato. Questo momento senza precedenti costringe molti di noi a trovare un nuovo ritmo. Questo mostro di quarantena ci ha dato modo di riflettere sulla vita? Ci sono molte somiglianze tra la vite e l’uomo. Le viti sono abituate alle avversità, le loro radici vanno più in profondità alla ricerca di acqua e minerali per tutta la vita. Sono le radici che danno forza e carattere a un vino. Sono le radici e le avversità che danno carattere a un uomo. Ci vuole tempo per costruire il carattere di un grande vino, ci vuole tempo per arrivare al carattere di un grande uomo. Avrei voluto poter tornare nel mio luogo di nascita, la mia casa in Toscana e passare qui i miei ultimi giorni, ma l’isolamento mi ha portato oltre. Sono sempre stato così perché faccio parte del tutto”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli