02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BUSINESS DIGITALE

Wine2Wine, tutti gli appuntamenti (consigliati da WineNews) da non perdere

In agenda, dal 21 al 24 novembre, l’indagine Osservatorio Vinitaly, le 196 cantine di OperaWine e il Congresso Assoenologi
ASSOENOLOGI, OPERAWINE, VERONAFIERE, VINITALY, WINE2WINE, Italia
Il dg Veronafiere Giovanni Mantovani, a Wine2Wine 2019, a Verona

Sarà un’edizione particolare, interamente e forzatamente digitale, ma il calendario degli appuntamenti di Wine2Wine 2020, il business forum sul vino di Veronafiere e Vinitaly, “migrato” sulla piattaforma dedicata “VeronaFiere Plus”, dal 21 al 24 novembre, sarà ricco come non mai. Per non perdersi, WineNews, media partner dell’evento, vi segnala i più importanti.
Si parte, sabato 21 novembre, primo giorno, con il “Festival del Futuro”, il focus su agricoltura e International Summit sul vino con la Ministra Bellanova, il presidente ICE Ferro, il direttore generale Ismea Borriello, la presentazione dell’indagine dell’Osservatorio Vinitaly sul wine business in era Covid con player del settore esteri e italiani. E, soprattutto, il pomeriggio, l’edizione speciale di OperaWine - 10th year anniversary di “Wine Spectator”, con una selezione di 196 cantine simbolo del vino italiano, tra i nominati 2020, costretti a rimandare al 2021 il consueto OperaWine Gran Tasting, e alcune delle cantine presenti in tutte le edizioni precedenti. Domenica 22 novembre sarà, invece, dedicata al Congresso Assoenologi 2020; lunedì 23 novembre è di scena l’incontro con Uiv, Federdoc, Federvini, Alleanza per le Cooperative, Fivi e Ice, con la presentazione delle stime di chiusura dell’export dell’Italia e dei principali Paesi produttori firmato Osservatorio Vinitaly Nomisma WineMonitor; martedì 24 novembre, infine, la degustazione per top buyer da Tokyo, in collaborazione con l’Ambasciata Italiana & Ice.

Andando nel dettaglio dei singoli appuntamenti di rilievo istituzionale, si parte dall’International Summit di sabato 21 novembre alle ore 10,30, sul tema “Il futuro del vino: visioni differenti, unica prospettiva. Scenari attuali e possibili sfide del prossimo decennio”, un live talk con i principali attori della wine industry italiana ed estera con l’obiettivo di sviluppare e rafforzare un dialogo concreto tra mercati e operatori di settore. Apre l’incontro la presentazione della ricerca realizzata da Nomisma WineMonitor per Osservatorio Vinitaly che fa il punto sul mercato e sul wine business nell’era post Covid, con il commento di Giovanni Mantovani, dg Veronafiere, e Denis Pantini, responsabile agroalimentare e Wine Monitor by Nomisma. All’International Summit intervengono il presidente Ice, Carlo Maria Ferro, il dg Ismea, Raffaele Borriello, il presidente Veronafiere, Maurizio Danese, e il dg Veronafiere, Giovanni Mantovani; saranno due le tavole rotonde, una focalizzata sul mercato estero e una su quello italiano, e alla seconda partecipano Josè Rallo, Donnafugata, Dominga Cotarella, Famiglia Cotarella, Lamberto Frescobaldi, Frescobaldi, Ettore Nicoletto, Bertani Domains, Riccardo Pasqua, Pasqua Vigneti, Marco Nannetti, Gruppo Cevico. A a chiusura, è previsto l’intervento della Ministra delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, Teresa Bellanova.
Nel pomeriggio, sabato 21 novembre, va poi on line anche OperaWine 10th year anniversary, l’evento nato nel 2012 dalla collaborazione tra Veronafiere, Vinitaly e la prestigiosa rivista americana “Wine Spectator”: l’edizione speciale per festeggiare i dieci anni dell’iniziativa vedrà nominati 196 grandi produttori italiani. Una selezione che unisce i nominati 2020, costretti a rimandare al 2021 il consueto OperaWine Gran Tasting insieme ad alcune importanti cantine presenti in tutte le edizioni (in questa finestra sarà di scena anche una sessione di domande e risposte con i giornalisti di “Wine Spectator” Bruce Sanderson, Thomas Matthews e Alison Napjus.
Wine2Wine, inoltre, ospita online sulla sua piattaforma web anche la giornata congressuale Assoenologi 2020, domenica 22 novembre. Il presidente Assoenologi, Riccardo Cotarella, aprirà i lavori che si svolgeranno lungo due diverse tavole rotonde, entrambe moderate dal giornalista Bruno Vespa. La prima dedicata Vino & salute, con medici come il nutrizionista Giorgio Calabrese, il cardiologo Vincenzo Montemurro, il primario del San Raffaele Alberto Zangrillo. La seconda al “Prosecco: un fenomeno tutto italiano” con, tra gli altri, il produttore Franco Adami, una delle migliori griffe di Conegliano e Valdobbiadene, i ricercatori Diego Tomasi e Vasco Boatto, i presidenti di Veneto e Friuli Venezia Giulia Luca Zaia e Massimiliano Fedriga, e il presidente del Comitato Vini Michele Zanardo.
Si passa poi a lunedì 23 novembre (ore 11), con la tavola rotonda riservata alla Gdo italiana, dal tema “Vino e grande distribuzione di fronte al cambiamento”: nell’incontro l’istituto di ricerca Iri presenterà una ricerca sul mercato del vino nella grande distribuzione nei primi 10 mesi 2020, dove parteciperanno anche rappresentanti di Federvini, Unione Italiana Vini, Carrefour, Conad, Coop Italia e Gruppo Selex che cercheranno di individuare i trend di acquisto dei consumatori, gli elementi utili alla ripartenza, le possibili sinergie tra cantine e insegne della Gdo per favorire l’aumento dei consumi e infine le dinamiche dell’export del vino italiano nella grande distribuzione internazionale. La grande distribuzione - un canale sempre più importante, con le sue dinamiche e le sue peculiarità - è stata, infatti, fino ad oggi, l’unico vero argine al calo dei consumi nel fuori casa per gran parte dell’agroalimentare italiano. Vino compreso, tanto che, nei primi 10 mesi 2020, le vendite di vino in Gdo, secondo i dati Iri, sono cresciuti del 6,5% sul 2019.
Sempre lunedì 23 novembre, dalle ore 12,30, si terrà il convegno in streaming condotto da Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, dal titolo “Il vino nello scenario globale che cambia: le sfide della filiera”: al live talk parteciperanno Riccardo Ricci Curbastro, presidente Federdoc, Ernesto Abbona, presidente Unione Italiana Vini (Uiv), Sandro Boscaini, presidente Federvini, Luca Rigotti, coordinatore nazionale settore vino dell’Alleanza per le Cooperative, Matilde Poggi, presidente Fivi, Roberto Luongo, dg Ice, per indagare sul futuro del vino italiano e sul ruolo delle categorie rappresentative in questa fase così impattante anche economicamente (e nel webinar saranno presentati in esclusiva le stime di chiusura dell’export dell’Italia e dei principali Paesi produttori dell’Osservatorio Vinitaly Nomisma WineMonitor).
Il ciclo degli appuntamenti istituzionali si chiude martedì 24 novembre, alle ore 10, con la degustazione per top buyer, in collegamento da Tokyo, organizzata da Veronafiere, in collaborazione con l’Ambasciata Italiana, Ice, Ferrari - Fratelli Lunelli, Marchesi Antinori e Donnafugata: l’evento celebra la “Settimana della Cucina Italiana” n. 5 in Giappone e vede la partecipazione dell’ambasciatore d’Italia Giorgio Starace e del dg Veronafiere Giovanni Mantovani.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli