02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PREMI INTERNAZIONALI

A Georg Riedel, re dei bicchieri, il “Distinguished Service Award” by Wine Spectator

Si tratta del primo del suo settore a ricevere il prestigioso premio, assegnato in passato a personalità come Gaja, Antinori e Andre Tchelistcheff
NEW YORK WINE EXPERIENCE, RIEDEL, WINE SPECTATOR, Mondo
Georg J. Riedel, alla guida della griffe di bicchieri

Per la prima volta in assoluto, non sarà un produttore o un enologo a ricevere il “Distinguished Service Award”, il premio della prestigiosa rivista Usa “Wine Spectator”, ma Georg J. Riedel, a capo della griffe di produzione di bicchieri, business della famiglia che proprio Georg ha lanciato a livello globale. L’edizione n. 38 del premio, che ogni anno Wine Spectator assegna a coloro i quali hanno apportato un significativo e duraturo contributo al mondo del vino, che, negli anni, ha premiato importanti personalità come Angelo Gaja e Piero Antinori per l’Italia, ma anche Francis Ford Coppola, Andre Tchelistcheff, Ernst e Julio Gallo, andrà a Riedel, che, con la sua azienda, ha rivoluzionato il modo di bere il vino, diffondendo un’educazione tra migliaia di appassionati sui benefici dall’utilizzo di specifici bicchieri, progettati anche ad hoc per le diverse tipologie di vino.
“Sono davvero grato a “Wine Spectator” per questo importante riconoscimento - ha commentato Riedel - ed è un onore essere annoverato insieme alle più grandi personalità del vino e dell’industria enogastronomica. Non sono il primo austriaco, ma il primo produttore di bicchieri a entrare nell’Olimpo di Wine Spectator e sono molto orgoglioso di condividere questo onore con il mio team e la mia famiglia”.
La premiazione nella “New York Wine Experience”, uno degli eventi del vino più importanti in Usa, con 57 cantine del Belpaese selezionate per l’evento (17-19 ottobre), e focus su Sassicaia, Castello di Volpaia, Terre Nere, Farinetti e Bolgheri.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli