02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DATI

Acquisizioni e fusioni fanno crollare il numero delle aziende del vino di Francia: -16% dal 2010

Ministero dell’Agricoltura: vigneron e viticoltori d’Oltralpe sono 59.000. Cresce, di conseguenza, la dimensione media: 19 ettari vitati
AGRICOLTURA, FRANCIA, VIGNETO, Mondo
I filari di Borgogna

La Francia, secondo l’ultimo censimento del Ministero dell’Agricoltura (dati 2020), conta sul proprio territorio nazionale 59.000 aziende vinicole, ossia 11.000 in meno rispetto al 2010, che si traduce in un calo del numero di vigneron e viticoltori del 16%. In Nuova Aquitania (la Regione con Bordeaux capoluogo) sono sparite, in dieci anni, 3.100 aziende, crollate a quota 10.400. In effetti, la dinamica registrata dal settore vitivinicolo, frutto di una crescita esponenziale di acquisizioni e fusioni, è comune a tutto il settore agricolo di Francia, ed anzi settori come quello degli allevamenti ovini e caprini (-20.000), degli allevamenti di bovini da carne (-15.000) e da latte (-13.000), segnano cali anche più evidenti, mentre le grandi colture perdono 3.000 aziende e la frutticoltura 6.000. Solo l’orticoltura cresce, con 1.000 operatori in più sul 2010. Globalmente, il primario francese ha perso 100.000 aziende in 10 anni, arrivando a 389.000, il 21% in meno.
Di pari passo, ovviamente, cresce la dimensione media aziendale delle aziende del vino, che in 10 anni guadagna 3 ettari, arrivando a 19 ettari (+19%). Restando sull’esempio della Nuova Aquitania, la superficie vitata media è cresciuta ancora di più, di 9 ettari, passando a 37 ettari ad azienda.
A livello nazionale, la Superficie Agricola Utile (Sau) di un’azienda del settore primario in Francia è cresciuta dal 2010 del 25%, ossia una media di 14 ettari, arrivando a 69 ettari. Secondo le statistiche ministeriali, sono le piccole e medie aziende agricole (rispettivamente quelle che fatturano tra i 25.000 ed i 100.000 euro e tra i 100.000 ed i 250.000 euro lordi l’anno) che registrano il calo maggiore maggiore nel numero delle aziende (-21%), mentre la crescita della superficie agricola utile è legata principalmente alla mancanza di turnover a fronte dei tanti pensionamenti di questi ultimi dieci anni.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli