02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Adnkronos

Il sassicaia è il più cercato online dai wine lover, seguito dal Tignanello … Nella “Top 100 Most Searched-For Wines” Ornellaia, Masseto, Solaia, Monfortino di Conterno, Bartolo Mascarello, Fontodi e Il Poggione… Tra le classifiche più attese di fine anno, c’è la “Top 100 Most Searched-For Wines” di “Wine-Searcher”, che mette in fila i vini più cercati dagli utenti sul proprio portale, un punto di riferimento non solo per informarsi, ma anche per fare acquisti online, dagli e-commerce di tutto il mondo. Nell’immaginario dei wine lovers, tanta, tantissima Francia, ma anche le etichette più iconiche del Belpaese. È qui, riferisce Winenews, che trovano posto i campioni super quotati delle aste e degli investimenti, con il più famoso degli Champagne, il Dom Pérignon, sul gradino più alto del podio nell’ultimo mese, seguito dai Premier Cru di Bordeaux, nell’ordine: Château Mouton Rothschild, Château Lafite Rothschild, Château Margaux, Château Petrus e Château Latour. Il primo italiano è il Sassicaia di Tenuta San Guido, alla posizione n. 8, giusto dietro al californiano Opus One, ma in calo dalla posizione n. 4 del mese di novembre. A chiudere la top 10, un po’ a sorpresa considerato l’enorme hype che l’accompagna da anni, il Romanee-Conti del Domaine de la Romanee-Conti. Poco fuori dai primi dieci, troviamo invece il Tignanello della Marchesi Antinori, alla posizione n. 14, mentre l’Ornellaia arriva alla posizione n. 36, e il Masseto alla n. 39. Alla posizione n. 45 un’altra etichetta della Marchesi Antinori, il Solaia, seguito alla posizione n. 62 dal Barolo Riserva Monfortino di Giacomo Conterno, il vino più scambiato sul mercato secondario dei fine wines. Alla n. 81 ecco il Barolo di Bartolo Mascarello, seguito alla posizione n. 83 dal Flaccianello della Pieve di Fontodi, con il Brunello di Montalcino de Il Poggione, alla posizione n. 88, ultimo vino italiano in una classifica dominata dalla Francia, con ben 55 vini sui 100 più cercati su Wine-Searcher, con Bordeaux di gran lunga la denominazione più presente, con oltre un terzo delle etichette in top 100.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Pubblicato su