02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ADNKRONOS

Siena: dall’orto ai banchi di scuola, i bambini coltivano il proprio futuro. Progetto per le scuole di WineNews di educazione al gusto ... Di pari passo con le stagioni dell’agricoltura, prima nell’orto a preparare il terreno e poi tra i banchi di scuola per raccogliere i frutti del proprio lavoro, i bambini coltivano il proprio futuro, imparando uno stile di vita sano e genuino fondato sulla corretta alimentazione, attraverso la conoscenza dei prodotti, dei luoghi e dei modi della produzione del proprio territorio. Lo strumento e’ un modello di educazione al gusto a 360°, che attraverso tutte le materie che si imparano a scuola - dalla storia alla scienza, dalla matematica alla geografia e così via - stimola l’attenzione e la curiosità dei bambini, che imparano così ad alimentarsi in modo consapevole, attraverso il fattore primario che lega l’uomo al cibo, necessario al suo sostentamento: il piacere, dei sensi, della scoperta, del gioco, del fare, dello stare insieme e della convivialità. E’ partito “La nostra terra Dacg - Da Amare Con Gusto”, il progetto pilota di educazione al gusto, ideato dalla WineNews, i cui “frutti” saranno raccolti nell’anno scolastico 2009/2010 dai bambini della Scuola per l’Infanzia e della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Insieme” di Montalcino (Siena).
“La nostra terra Dacg - Da Amare Con Gusto” nasce da un semplice sguardo che la WineNews - una società che da anni sviluppa in Italia servizi di comunicazione e marketing nel wine food - ha voluto dare al mondo dei piccoli, investendo sul loro futuro, perché, se e’ solo attraverso la conoscenza che si allargano gli orizzonti della comprensione e della consapevolezza, allora anche attraverso sollecitazioni agroalimentari, nutrizionali, psicologiche e storiche, i bambini possono imparare a mangiare sano e bene nel rispetto dell’ambiente che li circonda. Con “La nostra terra Dacg - Da Amare Con Gusto”, la scuola entra in contatto con il mondo della produzione, ed i bambini imparano a conoscere i prodotti alimentari attraverso i sensi, con particolare attenzione alle tipicità del proprio territorio, i luoghi e i modi della loro produzione e trasformazione, e si confrontano con le abitudini alimentari di chi proviene da altri Paesi, imparando ad alimentarsi correttamente e acquisendo le capacità per operare scelte consapevoli nei consumi alimentari, e favorendo, attraverso la conoscenza, l’integrazione con realtà piu’ lontane.
Partito da pochi giorni, il progetto pilota di WineNews, voluto ed ideato da Alessandro Regoli e Irene Chiari, e che ha come referenti l’insegnante Sonia Corsi (per la Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Insieme” di Montalcino) e l’agronoma Gabriella Ferrari (per la WineNews), vede protagonisti i bambini delle scuole di Montalcino, alle prese con laboratori didattici che uniscono la pratica diretta alla rielaborazione in classe insieme agli insegnanti dell’esperienza vissuta: da “Il giro ... dell’orto” a “Dall’uva al vino”, da “Come il cacio sui maccheroni” a “Dolce come il miele”, fino a “Pane, pasta e ... fantasia”, “Liscio come l’olio” e “Il giardino dei profumi”. Il tutto, attraverso tre aree fondamentali per l’educazione alimentare e al gusto individuate dal progetto: l’agroalimentare, per legare l’alimentazione al proprio territorio, ai suoi prodotti, alle sue produzioni, alle occupazioni e all’ambiente; l’importanza della nutrizione, come fonte di piacere, benessere, salute e stile di vita; l’aspetto psico-socio-antropologico, per scoprire la funzione socio-culturale dei cibi, come forma di relazione, comunicazione, comunione con la società e con la sua storia, e quella psicologica, e spesso inconsapevole, di esprimere la propria identità personale e culturale.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su