02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ADNKRONOS

Vino: nuova vita per la storica azienda del Collio: è pronta a passare nelle mani della famiglia rotolo ... In un periodo in cui sono soprattutto i capitali stranieri a vivacizzare il mercato delle aziende vinicole italiane, il Friuli decide di investire su se stesso, con l’accordo quadro siglato tra la famiglia Rotolo, a capo di Volpe Pasini, e la famiglia Schiopetto per l’acquisizione della storica azienda del Collio, fondata da Mario Schiopetto nel 1965, e che oggi conta 50 ettari, di cui 30 vitati, ed una produzione che sfiora le 170.000 bottiglie l’anno, rende noto il sito WineNews. Cifre ufficiali, ancora, non se ne fanno, ma per gli esperti il valore di 1 ettaro vitato nel Collio si aggira sui 250-300.000 euro. Ciò che è sicuro, invece, è che le due aziende, tra le più importanti del panorama enologico friulano, continueranno ad essere gestite in maniera rigorosamente autonoma, ognuna con il proprio brand, la propria mission, nel totale rispetto dei due diversi territori, i Colli Orientali ed il Collio. “Sono orgoglioso di poter dire - spiega Emilio Rotolo, presidente della Volpe Pasini - insieme ai miei figli Francesco e Alessandro, che, nel segno della continuità, e pertanto sulle orme di Mario Schiopetto, padre fondatore dell’enologia friulana e non solo, l’azienda nei prossimi anni raggiungerà i più ambiziosi traguardi”. Soddisfatta dell’accordo anche Maria Angela Schiopetto, che sarà il presidente onorario della celebre azienda di Capriva del Friuli, insieme ai fratelli Giorgio e Carlo: “abbiamo trovato nella famiglia Rotolo una fortissima determinazione ed un grande amore per il territorio, che ci hanno convinto a lavorare insieme per fare sempre più grandi i nostri vini. Come nostro padre ha sempre desiderato”. L’importante investimento, che impegnerà profondamente la famiglia Rotolo, è all’insegna del mantenimento del patrimonio enologico regionale, e un segno tangibile di forte ottimismo per il futuro della viticultura del Friuli Venezia Giulia.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su

Altri articoli