02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ADNKRONOS

Eataly: Oscar Farinetti, dopo il 2017 apertura in Cina … A New York ho appena inaugurato il nuovo Eataly a “Ground Zero”, e i francesi ci hanno copiato creando “The District”, che è un’imitazione di Eataly: sul vino li inseguiamo noi, ma sul food le parti si ribaltano, e credo che ne vedremo delle belle”. Così, a WineNews, Oscar Farinetti, ospite, a Firenze, al Simposio Internazionale Master of Wine. Farinetti ha raccontato anche del futuro “orientale” di Eataly: “anche se noi puntiamo sui mercati consolidati come l’Europa e gli Stati Uniti, dobbiamo aprire anche in Cina. Ci vuole tempo, perché Eataly non è un discount che ne apri a decine, è una cosa complicata, ma credo che andremo, dopo il 2017. Non possiamo non farlo, da quella parte del mondo vivono 3 miliardi di persone”. Farinetti, poi, si sbottona anche sugli aneddoti della sua vita sempre in viaggio: “i più belli sono le sbronze con Bastianich e Batali (i suoi partner negli Usa, ndr), cantiamo, stiamo insieme e brindiamo. Agli affari che vanno bene, ma soprattutto alla nostra amicizia. Solo che a me e a Joe Bastianich piacciono i grandi rossi italiani potenti e strutturati, Batali va di bianco”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su

Altri articoli