02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ADNKRONOS

Vino: Usa più grande consumatore al mondo. WineNews, sorpasso storico sulla Francia ... Negli Stati Uniti il vino è
molto apprezzato e consumato. Talmente tanto apprezzato da portare il
Paese ad essere il più grande consumatore di vino al mondo, riferisce
il sito WineNews, superando, nei consumi addirittura la Francia. A
dirlo è il nuovo rapporto di Agrifrance, una divisione di Bnp Paribas
Wealth Management, come riporta ’The Drink Business’
(www.thedrinksbusiness.com). “La media di consumo di vino pro capite annuo per negli Stati Uniti -
si legge nella ricerca - non è così alta (12 litri), la differenza la
fa la quantità di popolazione, che negli States si avvicina ai 319
milioni di persone”. Secondo lo studio, però, l’Europa rimane in testa
per produzione e per consumo di vino. Il Vecchio Continente
rappresenta, infatti, ancora oltre il 50% del consumo globale di vino,
anche se i consumi sono calati del 13.8% dal 1980 toccando quota 239
milioni di ettolitri nel 2013. Dopotutto il mercato Usa, secondo le analisi di Rabobank e Iswr, è al
momento il mercato più attraente, in parte grazie al recente
rafforzamento del dollaro e il rallentamento delle altre principali
aree di crescita del vino come la Cina. In termini di produzione, i dati Oiv indicano
che nel mondo ci sono 7,5 milioni di ettari coltivati a vite, che ha
prodotto un totale di 279 milioni di ettolitri (37.200 milioni
bottiglie) nel 2013. E i tre maggiori produttori, Italia, Spagna e
Francia, sono responsabili del 47% della fornitura mondiale di vino.
Anche se Cile, Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa hanno registrato
una crescita rapida, aumentando la produzione del 370% dal il 1995 al
2013. Sempre secondo il rapporto di Agrifrance, l’Italia è prima per
produzione con 44.9 milioni di ettolitri, oltre ad essere il più
grande esportatore di vino al mondo. La Francia vanta il più alto
valore di business delle esportazioni, con FranceAgriMer che segnala
un prezzo medio di 7 euro per litro, su una media mondiale di 2,62
euro per litro. Il prezzo è ovviamente trainato dalle principali
regioni vinicole francesi, come Bordeaux, Borgogna e Champagne, che
hanno raggiunto, rispettivamente, prezzi medi delle esportazioni di
9,7, 10,6 e 15 euro al litro. “Il mercato del vino è diventato un vero e proprio mercato globale -
ha commentato Benoit Léchenault, capo della Agrifrance - ma, mentre il
mercato immobiliare sul vigneto è ancora una nicchia per una clientela
esperta, il vino rimane un valore rifugio molto attraente per
qualunque investitore”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su