02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

AFFARI ITALIANI

Food youtubers, la tendenza che spopola sul web. La star? Rosanna Pansino ... Food youtubers, la tendenza che spopola sul web. Ecco la classifica dei “most influencers”... Autodidatti, con una grande passione per il cibo e la voglia di condividerla sul web con milioni di followers: sono i food youtubers, una tendenza (e nuova professione) che spopola in rete. Ecco i “most influencers food youtubers”... A volte hanno nome e cognome, altre un nickname, altre ancora sono solo delle mani, in tutti i casi, sono tra i più cliccati della rete, uomini e donne, giovani e giovanissimi. C’è chi cucina ricette di ogni tipo - del proprio Paese, ma anche l’etnico va per la maggiore - e chi ha delle vere e proprie “ossessioni” per un cibo in particolare. In molti casi, il risultato sono piatti così eclettici come non si sono mai visti. La cucina è quella di casa, ma anche un set con ospiti anche famosi, in veri e propri cooking show fai-da-te. In comune hanno l’essere autodidatti, ma con una grande passione per la cucina e la voglia di condividerla mettendoci la faccia (per molti è una nuova professione, con tanto di collaborazioni con guru come Martha Stewart e Jamie Oliver), sul web, il mezzo più democratico, dove potenzialmente tutti possono diventare qualcuno. La riprova, si sa, sono i followers. E i personaggi in questione ne hanno a milioni.

Sono i Food YouTubers, una tendenza dilagante in rete, non ancora in Italia, dove almeno per il momento sono più i fan. Come quelli della star della cucina su Youtube, Rosanna Pansino, chef autodidatta americana, tra i “Most influencers Food YouTubers” analizzati da WineNews, con oltre 7,1 milioni di iscritti e il record di oltre 1,65 miliardi di visualizzazioni, che insegna a preparare torte e biscotti (tra i 10 You Tubers secondo Forbes che guadagnano di più al mondo). Più di 7 milioni sono i followers e oltre 918 milioni le visualizzazioni di “Epic Meal Time”, cooking show canadese con Harley Morenstein, “re” del cibo calorico, con ospiti vip come Tony Hawk e Arnold Schwarzenegger. Ma, con oltre 2,8 milioni di iscritti e più di 405 milioni di visualizzazioni, c’è anche Ann Reardon, dietista e scienziata alimentare australiana, regina delle torte fatta a casa sua, con “How To Cook That”.

Navigando su YouTube - oltre 1 miliardo di utenti, quasi un terzo di tutti gli utenti del web - tra i Food YouTubers c’è “Laura in the Kitchen”, il cookery show di Laura Vitale, italo-americana che insegna a cucinare italiano dalla cucina di casa sua, seguita da più di 2,55 milioni di iscritti e con oltre 355 milioni di visualizzazioni. Attorno ai 2,5 milioni sono gli iscritti a “My Drunk Kitchen”, show americano con Hannah Hart, alias “MyHarto”, con oltre 255 milioni di visualizzazioni, scelta da Barilla ome social influencer per promuovere la pasta tra i Millennials. Anche il giapponese “Hey! It’s Mosogourmet” ha numeri da capogiro, con oltre 1,76 milioni di iscritti e più di 838 milioni di visualizzazioni della preparazione di ingredienti coloratissimi e piatti che “ridono”. “Sortedfood” è invece il celeberrimo YouTube channel made in Uk, con più di 1,6 milioni di iscritti e oltre 223 milioni di visualizzazioni, per il quartetto tutto maschile di Ben Ebbrell (lo chef), Jamie Spafford, Barry James Taylor e Mike Huttlestone, che cucina di tutto.

Chef John, uscito dalla California Culinary University, con “Food Wishes” e le sue ricette semplici da realizzare, di followers ne ha oltre 1,5 milioni, con più di 300 milioni di visualizzazioni. Un altro canale dedicato è “The Simple Cooking Channel”, con quasi 1,25 milioni di iscritti e più di 187 milioni di visualizzazioni, vero e proprio “australian cookery show”, tra i più attivi sul social network grazie alla continua pubblicazione di nuove ricette. Ma tra i più celebri della rete si possono citare anche, con oltre 1,24 milioni di iscritti e più di 156 milioni di visualizzazioni, il giapponese “Cooking with Dog” , il cooking show di cucina giapponese, narrato da un cane.

John Quilter, inglese, dopo il fallimento del suo ristorante, è il volto di “Food Busker”: la sua filosofia è il food busking, cucinare street food e farlo pagare quanto si ritiene giusto, e, anche grazie a questo, collabora con lo chef inglese Jamie Oliver, con oltre 115.000 iscritti e più di 8,7 milioni di visualizzazioni. Sarah Carey lavora invece con la regina americana del bon ton Martha Stewart, e con “Everyday Food” e le sue ricette sane e gluten free ha oltre 670.000 iscritti e più di 68 milioni di visualizzazioni. Infine, tra i Food YouTubers più seguiti, c’è “Cupcake Jemma”, alias l’inglese Jemma Wilson, del gruppo dello chef Jamie Oliver, con più di 830.000 iscritti e 55 milioni di visualizzazioni, e, dal mondo virtuale alla realtà, persino un negozio nel cuore di Londra.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli