02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

AGROALIMENTARE EUROPEO: LA COMMISSIONE UE ATTRIBUISCE IL 60% DEI FONDI DEL PROGRAMMA DI PROMOZIONE SUI MERCATI NON COMUNITARI ALL’ITALIA. LE ECCELLENZE TRICOLORI “VOLERANNO” IN RUSSIA, CINA, GIAPPONE E NORD AMERICA

L’olio d’oliva in Russia e in Cina; il Prosciutto di San Daniele, il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano in Usa e Canada; i prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati in Giappone e Russia: sono i 3 programmi italiani, sui 7 selezionati dalla Commissione europea, che beneficeranno dei fondi Ue per la promozione dell’agroalimentare d’eccellenza nei mercati mondiali. Il provvedimento ha ricevuto il via libera del Comitato dell’Ue per la promozione dei prodotti alimentari, che si è concluso questa sera a Bruxelles, e sarà formalizzato dalla Commissione nei prossimi giorni. Metterà a disposizione dell’Italia 6,54 milioni di euro, su un totale di 10,89 milioni per tutti i 7 programmi, il che significa che, per Bruxelles, i prodotti agroalimentari del Bel Paese valgono, da soli, il 60% del complesso dei Paesi aderenti al programma, che oltre all’Italia, sono Grecia e Portogallo. I contributi rientrano in una strategia più ampia, messa a punto dalla Commissione europea, che fa della promozione alimentare un vero e proprio strumento di mercato, allo scopo di migliorare o di mantenere la competitività dei prodotti comunitari (soprattutto i “prodotti tipici”, che rappresentano la vetrina del settore agroalimentare europeo), perché il processo di liberalizzazione degli scambi, a livello mondiale, porta alla riduzione, se non all’abolizione, delle sovvenzioni all’export.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli