02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ai funerali, oggi a Lione, del maestro Paul Bocuse, “padre” della nouvelle cuisine francese scomparso il 20 gennaio all’età di 91 anni, l’omaggio di oltre mille chef di tutto il mondo accanto alle autorità, con il Ministro dell’Interni Gérard Collomb

Ai funerali del maestro Paul Bocuse, oggi a Lione,si sono riuniti oltre 1.000 chef francesi e di tutto il mondo, accanto alle autorità. Alle esequie nella Cattedrale di Saint-Jean ha partecipato anche il Ministro dell’Interno ed ex sindaco di Lione, Gérard Collomb, che il 20 gennaio 2018 avevo dato l’annuncio della scomparsa del più famoso chef francese con un tweet, conscio che con Bocuse se n’è andato un pezzo importante della storia di Francia. Sì perché Bocuse, “padre” della nouvelle cuisine, non ha solo reso famosa e celebre la cucina francese nel mondo, ma ha anche fatto molto per la diffusione della cultura del suo Paese, trasmettendola prima di tutto agli chef di Francia, ed ai colleghi di tutto il mondo. Il grande chef, scomparso nella sua locanda di Collonges-au-Mont d’Or all’età di 91 anni, è stato tre stelle Michelin per oltre mezzo secolo, e ha ispirato il lavoro di intere generazioni di cuochi, tra cui Alain Ducasse e Joel Robuchon.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli