02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CULTURA ENOICA

Analizzare e capire i difetti del vino: ecco “Il vino perfetto” del wine writer Jamie Goode

Nel libro, pubblicato da Edizioni Ampelos, l’analisi delle cause dei difetti che si possono trovare in bottiglia, dai profumi al sapore
DIFETTI, EDIZIONI AMPELOS, IL VINO PERFETTO, JAMIE GOODE, vino, Mondo
Analizzare e capire i difetti del vino: ecco “Il vino perfetto” del wine writer Jamie Goode

C’è stato un tempo i cui non erano in pochi a sostenere che alcuni difetti del vino, odori in primis, fossero comunque espressione di tipicità. Convinzione pian piano quasi del tutto decaduta, anche grazie al dibattito sul tema e a libri in materia come “Il Respiro del Vino” del professor Luigi Moio, produttore, docente all’Università Federico II di Napoli e vicepresidente dell’“Organisation Internationale de la Vigne et du Vin”, da sempre sostenitore che i difetti olfattivi di un vino siano semplicemente difetti, e non tipicità, perchè uguali in tutto il mondo.
Ora, ad arricchire il dibatto sui difetti del vino, arriva un altro volume, dal titolo provocatorio, ovvero “Il Vino Perfetto” del wine writer Jamie Goode (wine blogger con “wineanorak”, firma del Sunday Express e collaboratore di The World of Fine Wine e Wine & Spirits e autore di numerosi libri), pubblicato da Edizioni Ampelos, casa editrice specializzata sul vino.
Un libro “dedicato all’esplorazione delle principali cause dei difetti nel vino. Dall’odore di tappo e dall’acidità volatile fino agli aromi e ai sapori sgradevoli - spiega una nota - sarà capitato a tutti gli intenditori di vino di riscontrare caratteri tali da rendere una bottiglia deludente. Ma tutti i difetti sono davvero gravi? Alcuni possono essere addirittura desiderabili? Jamie Goode ancora una volta fa sentire la sua voce autorevole, per “demistificare” la scienza che sta dietro la differenza tra una buona bottiglia e una poco apprezzabile”.

Un libro che, analizzando le cause che sono alla base dei difetti del vino, sfida il lettore a rivedere le proprie convinzioni su come dovrebbe essere il vino e su si possa comprenderne appieno la bellezza in un bicchiere. “Il signor Goode - scrive Eric Asimov, autorevole firma del vino del “The New York Times” - è conciso e chiaro su come i vari difetti si esprimono nei vini. Questo libro può essere utile a qualsiasi amante del vino che sa quando un vino non è corretto, ma non sa esattamente in cosa è sbagliato”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli