02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“ANCHE, DOPO LA PROCLAMAZIONE DELLE DOLOMITI A PATRIMONIO UNESCO, BISOGNA GARANTIRE AI CONTADINI LA POSSIBILITA’ DI LAVORARE, PER NON RISCHIARE SPOPOLAMENTO DELLE MONTAGNE”: A DIRLO E’ MESSNER, PORTAVOCE DEGLI AGRICOLTORI DELLE DOLOMITI

“Le Dolomiti sono abitate da migliaia di anni e perciò anche adesso, dopo la proclamazione a patrimonio Unesco, va garantita ai contadini la possibilità di lavorare, altrimenti rischiamo lo spopolamento delle montagne”: a dirlo è Reinhold Messner, il famoso alpinista ed esploratore italiano, portavoce degli agricoltori delle Dolomiti. “Gli alpeggi - aggiunge Messner - devono garantire un guadagno, solo così possiamo preservare questo paesaggio unico, che è da una parte paesaggio culturale, plasmato dall’uomo, ma anche intatto paesaggio naturale. Le Dolomiti a mio avviso non sono solo un patrimonio naturale, ma anche culturale. Mio nonno - racconta il “re degli ottomila”, autore del libro “Dolomiti-Patrimonio dell’Umanità” (edizioni Tappeiner-Mondadori) - a 14 anni lasciò Colle Santa Lucia scalzo ed spinto dalla fame emigrò in America. La nostalgia fu però tale, che tornò nelle Dolomiti. Le montagne non si devono mai più spopolare, perché altrimenti inizierebbe il loro declino”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli