02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TENDENZE

Anche ProWein consacra il vino analcolico, che sarà protagonista in area “World of Zero”

Spinto dalla Generazione Z, destinato a crescere a ritmi del +20% annuo fino al 2025, è il segnale di un cambiamento epocale dei modelli di consumo
PROWEIN, vino, VINO ZERO ALCOL, WORLD OF ZERO, Mondo
Il successo del vino senza alcol

I vini analcolici, dopo aver vissuto, tra il 2021 ed il 2022, la definitiva consacrazione dei mercati, sono destinati, secondo il report “No- and Low-Alcohol Strategic Study 2022” by Iwsr, ad una crescita dei consumi del 20% l’anno da qui al 2025. Una categoria su sui si sono accesi i riflettori e l’interesse delle aziende, specie perché a guidarne il successo - nel comparto vino come in quello della birra e dei ready-to-drink - è la generazione più ostica e più preziosa da conquistare, quella di chi ha 20-30 anni. Ne sono consapevoli produttori come la storica cantina altoatesina Hofstätter, che più di un anno fa ha lanciato il suo “Steinbock Alcol Free Sparkling”, mentre le bollicine senza alcol firmate dalla pop star australiana Kylie Minogue sono arrivate persino sugli scaffali di Tesco.

Una tendenza che non è passata inosservata neanche in Germania, dove i vini “zero alcol” giocano un ruolo sempre più importante, anche in virtù di una maggiore attenzione alla salute e di un mutato comportamento dei modelli di consumo da parte della generazione “Z”. Non è un caso, allora, che la ProWein, la fiera leader nel mondo del vino, che torna a Dusseldorf dal 19 al 21 marzo 2023, abbia deciso di dedicare ai vini analcolici il “World of Zero”, un’area importante del Padiglione 1 che raccoglierà tutti i prodotti analcolici, che in passato erano distribuiti in tutti i padiglioni fieristici, negli spazi di produttori, importatori ed esportatori.

“Per i nostri visitatori specializzati provenienti dal settore della gastronomia e del commercio, sarà la piattaforma ideale per ottenere informazioni complete e soprattutto efficienti su questo settore”, spiega Michael Degen, direttore esecutivo Messe Düsseldorf. “In questo modo gli espositori potranno contattare più facilmente i nuovi clienti interessati a questa categoria di prodotti, ed i visitatori potranno trovarli più rapidamente”. “World of Zero” viene completato da una zona di degustazione, centro di questo mondo tematico. “Nella ProWein 2023, ed in collaborazione con la casa editrice Meininger, offriremo a questa nuova tendenza la piattaforma che merita, con le degustazioni professionali e la competenza editoriale di Meininger, ma anche conferenze e tavole rotonde”, conclude Michael Degen.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli