02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Sotheby’s, 92 milioni di dollari in 2020, Ornellaia top Italia … Romanée-Conti rappresentato 19,4 mln dollari vendite… Il dipartimento vino della famosa casa d’aste Sotheby’s ha chiuso il 2020 a quota 92 milioni di dollari (in calo dai 118 milioni di dollari del 2019). Un solo produttore, rende noto il sito Winenews.it, di gran lunga il più iconico a livello internazionale, Romanée-Conti, ha rappresentato il 20% del giro d’affari di Sotheby’s, con 19,4 milioni di dollari generati dai lotti finiti sotto il martello. Per l’Italia i lotti di Ornellaia hanno rappresentato il 31% del totale dei vini del Belpaese battuti all’asta, seguito da Sassicaia (14%), Masseto (11%), Antinori (5%), Gaja (5%), Soldera (3%), Tenuta di Trinoro (3%), Fontodi (2%) e Biondi-Santi (2%). Tutte insieme rappresentano, a valore, il 76% dei lotti italiani battuti da Sotheby’s nel 2020. In Champagne la concentrazione è ancora maggiore: il 59% delle aggiudicazioni, a valore, è fatto da tre etichette, Dom Pérignon, Salon e Krug. Il 38% delle vendite di Bordeaux, invece, è dato da Pétrus, Mouton e Lafite. A livello internazionale, dietro Romanée-Conti, c’è proprio Pétrus (vendite per 4,2 milioni di dollari), quindi Jean-Louis Chave (3,1 milioni di dollari), Henri Jayer (3 mln), Mouton Rothschild (2,8 mln), Lafite (2,8 mln), Domaine Leroy (2,1 mln) e Haut Brion (2,1 mln).

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Pubblicato su