02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Vino: -3,7% vendite denominazioni Toscana in primi mesi 2019 … Dossier Winenews, -27% Brunello, cresce Bolgheri a +16% Un calo complessivo delle vendite del 3,7% nei primi sette mesi del 2019 per le denominazioni del vino toscano con perdite maggiori per “ammiraglie” come il Brunello di Montalcino, che segna un -27% penalizzato dalla “sfortunata” annata 2014, a fronte invece di una crescita del territorio di Bolgheri che segna +16%. È quanto emerge da un’indagine del sito internet Winenews condotta sul numero di fascette richieste dai produttori ai consorzi per la vendita delle bottiglie. L’unica grande denominazione rossista a vedere crescere le vendite nel 2019, spiega Winenews, è Bolgheri forte del successo planetario dell’uvaggio bordolese. Tiene, sostanzialmente, il Chianti Classico, il Chianti segna -3%, la Maremma Toscana -5%, il Morellino di Scansano -6% ed il Nobile di Montepulciano -7%, mentre il Rosso di Montepulciano perde solo il -1%. In flessione decisa il Brunello di Montalcino, mentre il Rosso di Montalcino segna un -15%, un andamento in parte imputabile all’entrata in commercio della vendemmia 2014, non eccelsa dal punto di vista qualitativo (con molte cantine che non hanno prodotto la Riserva), e non abbondante dal punto di vista quantitativo. Segno meno anche per Val d’Arno di Sopra (-15%), Montecucco (-37%) e Orcia (-54%). In crescita invece la denominazione bianchista più importante della Regione, quella della Vernaccia di San Gimignano, che segna il +1%.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli