02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Aspettando la Befana quasi la metà delle famiglie italiane (43%), secondo tradizione, appende la calza. Lo dice la Coldiretti, sottolineando, però, come il suo contenuto, tra salutismo e diete, è cambiato, dai dolci fatti in casa alla frutta secca

Torna la tradizione della calza che viene appesa praticamente da quasi la metà delle famiglie italiane (43%), mentre una minoranza dell’11% preferisce altri regali e gli altri non festeggiano o non hanno bambini in casa. Emerge da un’elaborazione Coldiretti/Ixè per l’apertura del Mercato degli Agricoltori Terremotati, in Piazza Navona, a Roma, nel cortile del Vignola, che resterà attivo da oggi all’8 gennaio per l’Epifania.
La spinta verso una migliore alimentazione contagia anche la Befana e nella calza, sottolinea la Coldiretti, tornano insieme ai dolciumi anche fichi e prugne secche, nocciole, noci e soprattutto biscotti fatti in casa. La crescente attenzione alla dieta ha cambiato, dunque, il contenuto delle calze “appese” al camino dalla simpatica vecchietta che in passato ai più “discoli” regalava solo aglio, peperoncino, patate e carbone vero.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli