02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA TRUFFA DEL VINO

Assoenologi su “Ghost Wine”: “grazie alle autorità di controllo, il vino italiano va tutelato”

Il presidente degli enologi italiani, Riccardo Cotarella: “notizie così ci rattristano, lavoriamo per elevare la qualità del vino”
ASSOENOLOGI, GHOST WINE, PUGLIA, RICCARDO COTARELLA, TRUFFA, vino, Italia
Il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella

“Notizie come questa rattristano molto la categoria che rappresenta, senza dubbio, l’emblema per la tutela della qualità del vino italiano”: così Riccardo Cotarella, presidente Assoenologi, commenta l’inchiesta “Ghost Wine”, che ha scosso in questi giorni il mondo vitivinicolo pugliese, portando all’arresto di 11 persone e al sequestro di alcune aziende, ree, secondo gli inquirenti, di adulterare il vino con lo zucchero, e di commercializzare vino ottenuto a basso costo, proveniente anche dall’estero, e poi falsamente “spacciato” come prodotto italiano di qualità o addirittura biologico, Doc o Igt. “Da sempre Assoenologi - prosegue Cotarella - opera a fianco delle autorità di controllo che ogni giorno lavorano per mantenere alto il valore dell’immagine dei vini italiani nel mondo, organi dello Stato ai quali va il nostro plauso e ringraziamento. Ci auguriamo che venga fatta presto chiarezza su questa spiacevole vicenda e che ogni responsabilità venga definita in modo preciso. Da parte nostra, qualora dovessero essere accertate responsabilità in capo a colleghi enologi, non tarderemo ad assumere tutti i provvedimenti del caso atti a salvaguardare l’immagine della categoria, da sempre impegnata verso l’elevazione della qualità del vino italiano nel pieno rispetto delle regole di produzione. Il patrimonio storico culturale dei nostri vini Dop, Igp e biologici, va tutelato in modo fermo e deciso”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli