02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RAPPRESENTANZE DI FILIERA

Cambio al vertice di Federdoc: il nuovo presidente è Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi

Già vicepresidente del Consorzio Prosecco Doc, succede a Ricci Curbastro, che ha guidato la federazione per 24 anni
CONSORZI, FEDERDOC, GIANGIACOMO BONALDI, RICCI CURBASTRO, vino, Italia
Dopo Ricci Curbastro, Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi nuovo presidente Federdoc

Cambio al vertice di Federdoc, l’organizzazione che riunisce la quasi totalità dei Consorzi del vino italiano: come anticipato da WineNews, il nuovo presidente è Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi, scelto all’unanimità dal nuovo cda. A lui, già vicepresidente, passa dunque “l’eredità” di Riccardo Ricci Curbastro che, dopo 24 anni di presidenza, ha deciso di non proseguire il suo percorso al vertice della Federazione dei Consorzi del vino italiano.
Giangiacomo Gallarati Scotti Bonaldi, è anche un nuovo membro del cda Federdoc, oltre che vicepresidente del Consorzio del Prosecco Doc, presidente Anb Coop e, da poco riconfermato, presidente Confagricoltura Treviso. Alla vicepresidenza di Federdoc, invece, è confermato Francesco Liantonio, presidente del Consorzio di tutela dei Vini Doc Castel del Monte (e presidente di Valoritalia, il più importante ente di certificazione del vino italiano, ndr), e nominato Filippo Mobrici, presidente del Consorzio di tutela Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. “È motivo di grande orgoglio per me ricevere una nomina così importante - dichiara Bonaldi - ma è soprattutto un’importante responsabilità ed un impegno che intendo onorare al meglio, come RIcci Curbastro prima di me. Sono tante le sfide che Federdoc dovrà affrontare nei prossimi anni, particolarmente in materia di sostenibilità e sicurezza per i consumatori, e abbiamo intenzione di raccoglierle con serietà e propositività, per proseguire nel migliore dei modi il lavoro di chi ci ha preceduto”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli