02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SCORTE

“Cantina Italia”: scorte a 31,35 milioni di ettolitri, la metà tra Veneto, Emilia Romagna e Toscana

In cantina 15,95 milioni di ettolitri di Dop, 7,74 milioni di ettolitri di Igp e 7,66 milioni di ettolitri di vini generici
CANTINA ITALIA, ICQRF, SCORTE, VENDEMMIA, vino, Italia
La bottaia di Borgo Conventi

Con la vendemmia che entra nel vivo, c’è da fare spazio nelle cantine del Belpaese, pronte ad accogliere i 46 milioni di ettolitri che verranno prodotti nelle prossime settimane lungo lo Stivale, ma in cui trova ancora spazio una quantità importante di scorte: 31,35 milioni di ettolitri, per la precisione, divisi tra 15,95 milioni di ettolitri di Dop, 7,74 milioni di ettolitri di Igp e 7,66 milioni di ettolitri tra altri vini e varietali non a denominazione, come emerge dai dati dell’ultimo bollettino “Cantina Italia” dell’Icqrf, sui dati del Registro Telematico aggiornati all’1 settembre 2019. Un calo deciso, quanto atteso, dai 41,23 milioni di ettolitri dell’ultima rivelazione, sui dati al 31 luglio 2019, che mantiene inalterate o quasi le proporzioni tra le diverse Regioni. Il Veneto, infatti, vanta ancora la cantina più fornita, con 8,04 milioni di ettolitri di vino (4,67 di vini Dop, 2,04 di Igp e 1,32 di vini generici, pari al 25,64% del totale), di cui 1,81 milioni di ettolitri di Prosecco, il vino a denominazione di cui l’Italia ha le scorte maggiori.

Dietro al Veneto, l’Emilia Romagna, con 3,92 milioni di ettolitri (0,73 di vini Dop, 0,9 di Igp e 2,28 di vini generici), quindi la Toscana, a quota 3,1 milioni di ettolitri (2,04 di vini Dop, 0,78 di Igp e 0,27 di vini generici), seguita dal Piemonte, che “in cantina” può contare ancora su 3,07 milioni di ettolitri di vino (2,08 di vini Dop, 0,18 di Igp e 0,8 di vini generici), e dalla Sicilia, con 2,41 milioni di ettolitri (1 di vini Dop, 0,87 di Igp e 0,53 di vini generici). Tornando alle denominazioni, dietro al Prosecco quella con più vino in cantina è il Terre Siciliane, con 1,05 milioni di ettolitri, davanti alle Igp Veneto (1,03 milioni di ettolitri) e Sicilia (1 milione di ettolitri). Quindi è la volta del Montepulciano d’Abruzzo (882.000 ettolitri), seguito in questa speciale classifica delle denominazioni dai vini Delle Venezie (873.000 ettolitri), dall’Igp Toscana (794.000 ettolitri), dal Chianti (783.000 ettolitri), dall’Igp Puglia (738.000 ettolitri) e dall’Igp Salento (564.000 ettolitri), a chiudere la “top ten” delle denominazioni con più scorte nelle cantine italiane. Guardando alle denominazioni più prestigiose, il Chianti Classico ha in cantina 490.000 ettolitri, il Barolo 405.000 ettolitri, l’Amarone 394.000 ettolitri, il Franciacorta 331.000 ettolitri, il Brunello di Montalcino 306.000 ettolitri, il Soave 248.000 ettolitri, il Nobile di Montepulciano 186.000 ettolitri, il Barbaresco 109.000 ettolitri ed il Lugana 100.000 ettolitri.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli