02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ALTA GAMMA

Champagne, allerta brindisi di Natale: c’è il rischio che finisca prima delle feste

Moët Hennessy annuncia che le sue scorte si stanno esaurendo, soprattutto per la richiesta vertiginosa dagli Stati Uniti
CHAMPAGNE, LVMH, Mondo
Lo Champagne rischia di scarseggiare a Natale (ph: Pexels)

Feste di Natale e Capodanno senza lo Champagne? Un fanta-scenario che rischia di diventare reale, se si tiene conto della recente dichiarazione di Philippe Schaus, amministratore delegato di Moët Hennessy, la divisione vini e alcolici di Lvmh - che include tra gli altri i marchi Veuve Clicquot, Dom Pérignon, Ruinart, Krug e Moët & Chandon - il quale nei giorni scorsi ha affermato che la sua azienda rischia di “esaurire le scorte” degli Champagne di punta prima di Natale. La dichiarazione, rilasciata a Bloomberg TV nell’intervista al “New Economy Forum” di Singapore, ha già fatto il giro del mondo. Il motivo principale è la forte richiesta dagli Stati Uniti, poiché gli americani approfittano del dollaro forte per accaparrarsi bottiglie di spumante francese. Lvmh, la più grande società quotata in Francia, ha beneficiato dell’euro debole rispetto al dollaro Usa, che rende i suoi prodotti più economici in termini reali per gli acquirenti americani. Ma c’è anche altro: le lunghe restrizioni imposte dalla pandemia in tutto il mondo fanno emergere un desiderio sempre più forte di divertimento, lusso e viaggi. Per il Ceo del gruppo LVMH questo periodo storico è addirittura paragonabile ai ruggenti Anni Venti del Novecento, “Roaring 20s’”, come li ha definiti Schaus, un’epoca di rapida crescita economica ma anche di grandi e folli festeggiamenti, oltre che di consumi abnormi di alcolici. La guerra e l’inflazione non sembrano dunque fermare il mercato del lusso. Schaus ha comunque affermato che il problema delle scorte di Champagne dovrebbe risolversi entro i primi mesi del prossimo anno, anche se i costi dei prodotti sono destinati ad aumentare.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

TAG: CHAMPAGNE, LVMH

Altri articoli