02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FRANCIA

Champagne, vendite al +50% nel primo semestre 2021. Rese a 100 quintali ad ettaro

Il Comité Champagne brinda al boom dell’export (+14% sul record del 2018), trainato da Europa e Nord America, e pensa già alla vendemmia
CHAMPAGNE, COMITÉ CHAMPAGNE, EXPORT, RESE, VENDEMMIA, VENDITE, Mondo
Lo Champagne tra export e vendemmia

In un contesto di ripresa economica mondiale, la filiera dello Champagne registra un primo semestre del 2021, da un punto di vista commerciale, eccezionale: i dati delle vendite sono in aumento del 50% sullo stesso periodo 2020, segnato dalla crisi e dalla pandemia, tanto che, per quanto riguarda l’export, il record storico delle spedizioni del primo semestre - risalente al 2018 - è stato superato del 14%. Questa forte crescita dell’esportazione è trainata essenzialmente da Europa, Nord America e Australia. Anche il mercato francese, con l’abolizione delle misure sanitarie, con l’inizio dell’estate è in ripresa. Tenuto conto dei buoni risultati delle spedizioni del primo semestre, e delle prospettive positive a medio termine, il comitato esecutivo del Comité Champagne ha stabilito la resa disponibile della filiera, per la prossima vendemmia, a 100 quintali per ettaro. Per Maxime Toubart, co-presidente del Comité Champagne, “questa decisione determinata e ottimista chiarisce pienamente la fiducia di tutti i protagonisti nella solidità e continuità della filiera dello Champagne”. Per Jean-Marie Barillère, co-presidente del Comité Champagne, “questi dati sono la testimonianza di una ripresa energica a livello mondiale. Con la riapertura dei locali, vediamo ovunque il desiderio dei nostri consumatori di festeggiare il ritorno ad una vita sociale normale fatta di condivisione e convivialità”. Di fronte all’insolita situazione climatica di quest’anno, inoltre, il comitato esecutivo del Comité Champagne ha deciso di riunirsi nuovamente all’inizio di settembre, per decidere tutte le altre misure applicabili alla vendemmia.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli