02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BRAND ITALIA

Cina, le spedizioni sono ferme, ma le produzioni italiane si impongono nelle carte dei vini

Come emerge dalla ricerca di “Wine Business Solutions” nei ristoranti e nei wine bar il 18% delle etichette è made in Italy
CINA, vino, WINE LIST, Mondo
Le etichette italiane conquistano le carte dei vini cinesi

La quota di mercato del vino italiano in Cina è ancora ferma al 6%, e certo il periodo di forte contrazione degli acquisti nel Paese del dragone non aiuta le produzioni enoiche del Belpaese, ma una buona notizia c’è comunque: nelle carte dei vini di wine bar e ristoranti, dove passa il consumo dei due terzi delle 200 milioni di casse di vino importate ogni anno, le etichette italiane rappresentano infatti il 18% delle referenze, come racconta la ricerca di “Wine Business Solutions” in collaborazione con la “China’s Wine List of the Year Awards”, su 36.000 carte dei vini di Cina, Macao ed Hong Kong. È un dato che merita una lettura, perché dimostra come, al di là di una distanza ancora abissale in termini di numeri assoluti da Francia ed Australia (che rappresenta sì il 27% delle importazioni, ma solo l’11% delle referenze nelle wine list), il posizionamento delle etichette italiane è secondo solo a quelle d’Oltralpe, con un lavoro sul brand made in Italy che inizia a dare i suoi frutti, aspettando di tornare a crescere anche in termini numerici.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli