02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
GRANDI ACQUISIZIONI

Coca Cola acquista le acque minerali Lurisia per 88 milioni di euro. Slow Food non gradisce

Il gigante del beverage segue la svolta salutista dei mercati con il marchio di Eataly. La chiocciola: “collaborazione conclusa”

La notizia è di quelle importanti, per l’industria alimentare e non solo: il gigante del beverage mondiale, Coca Cola, ha sottoscritto un accordo preliminare per l’acquisizione di Lurisia, la storica azienda di acque minerali e bibite controllata dal fondo d’investimento privato IdeA Taste of Italy, gestito da DeA Capital Alternative Funds SGR, dalla famiglia Invernizzi e da Eataly. Il valore dell’azienda è stato concordato in 88 milioni di euro, soggetto ad aggiustamento prezzo come da prassi di mercato, ed il completamento dell’acquisizione è atteso per la fine del 2019.
L’operazione segue il solco di un rinnovamento diventato necessario per Coca-Cola, che sui mercati europei, tra tasse alle bevande zuccherate e trend di consumo sempre più all’insegna del salutismo, ha qualche difficoltà, ma porta con sé la pronta reazione di Slow Food, impegnata da sempre a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, che ha deciso di interrompere la collaborazione con l’azienda di acque minerali di Roccaforte nel Cuneese: “Cheese”, la kermesse dei formaggi che si apre domani a Bra, sarà l’ultimo ultimo evento condiviso tra i due partner. “Apprendiamo dalla stampa del passaggio di proprietà di Lurisia Spa al gruppo Coca Cola. Lurisia - si legge nel comunicato di Slow Food - ha sostenuto l’attività di Slow Food a partire dal 2007, principalmente in veste di partner dei grandi eventi: Cheese, Slow Fish, Salone del Gusto. Con Cheese 2019 si conclude la collaborazione, che non verrà rinnovata”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli