02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MERCATI MONDIALI

Cofinanziamento pubblico al 60%, Regno Unito tra i Paesi Terzi: ecco il decreto Ocm Vino Promozione

Presentazione progetti entro il 23 novembre, via alle attività il 1 aprile 2021. 100 milioni di euro a disposizione di imprese e consorzi
DECRETO, MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, OCM PROMOZIONE, TERESA BELLANOVA, vino, Italia
Cofinanziamento pubblico al 60%, Regno Unito tra i Paesi Terzi: ecco il decreto Ocm Vino Promozione

Il quadro mondiale è complesso, il Covid ancora rallenta pesantemente mercati e viaggi, eppure continuare a promuovere il vino italiano nel mondo, per agganciare la ripartenza e non perdere posizioni, è fondamentale. E, per sostenere le imprese, è pubblicato il bando per l’accesso ai 100 milioni di euro per la misura Promozione 2020-2021 dell’Ocm Vino. Come sempre, il 30% gestiti a livello nazionale dal Ministero delle Politiche Agricole, ed il 70% in mano alle Regioni, come specifica il decreto direttoriale del 30 settembre 2020 n. 9193815. Tra le novità, il Regno Unito nell’elenco dei Paesi Terzi come obiettivo, dopo la Brexit (ancora in fase di definizione), e il cofinanziamento pubblico massimo che, come già annunciato, passa dal 50% al 60% dell’importo totale del progetto. Ad annunciarlo lo stesso Ministero delle Politiche Agricole, guidato da Teresa Bellanova, che sottolinea: “non c’è adeguata valorizzazione delle nostre produzioni vitivinicole e delle loro eccellenze senza una altrettanto adeguata strategia di promozione sui mercati internazionali. Si tratta di fondi decisivi che le aziende hanno dimostrato negli anni di saper utilizzare al meglio per rafforzare il loro posizionamento e la loro capacità espansiva verso nuovi mercati. E che, soprattutto nel post covid, acquistano un ruolo ancora maggiore”.
Le attività che possono essere realizzate con il contributo in questione sono, azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti in termini soprattutto di qualità, sicurezza alimentare, sostenibilità ambientale; partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale; campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione Europea; studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione.

L’avvio delle attività di promozione per l’annualità 2020/2021 è prevista il 1 aprile 2021. La scadenza per la presentazione dei progetti nazionali è fissata al 23 novembre 2020 mentre la scadenza per il termine delle istruttorie da parte del Ministero e delle Regioni e Province autonome per i progetti nazionali, regionali e multiregionali è fissata al 20 gennaio 2021.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli