02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CON LA TECNOLOGIA BLOCKCHAIN

Coniato il primo Nft al mondo di uno chef stellato da un dipinto, poi distrutto, di Heinz Beck

Il “Non Fungible Token” è ormai un trend del collezionismo. Nell’irripetibile experience di Dubai annunciato anche un Nft del Brunello 2016 di Argiano

Il Non Fungible Token, che attraverso la digitalizzazione crea un nuovo modo di collezionare esperienze immateriali e di cui sempre più spesso WineNews racconta l’applicazione nel mondo del vino e della ristorazione, è ormai un trend. E ora si arricchisce di un nuovo conio unico al mondo, quello del primo Nft di uno chef tristellato Michelin: Heinz Beck. In particolare, si tratta di un Nft legato ad una “dine wine and art experience” senza precedenti, firmata a Dubai dallo chef del ristorante La Pergola del Rome Cavalieri Waldorf Astoria di Roma, per una cena al suo ristorante Social nella metropoli degli Emirati Arabi Uniti. Un’eccezionale ed irripetibile esperienza culinaria abbinata alla degustazione di grandi vini italiani, tutti parte dell’Italian Wine Crypto Bank (Iwcb) che ha promosso l’evento con Crypto Dinewineart, la sigla specializzata nella creazione di rari Nft del mondo del wine & food di altissima qualità. Ma il conio è unico perché Heinz Beck è anche l’autore del dipinto che lo rappresenta che poi è stato distrutto, ma che vivrà in eterno, inalterabile, grazie alla tecnologia blockchain, solo nei 35 Nft che sono stati creati.
Una circostanza che rende il Non Fungible Token dello chef tre stelle Michelin ancora più pregevole perché ha anche una grande relazione con la sua vita e la sua carriera: Beck è infatti diventato un grande chef, ma il suo sogno di adolescente era quello di fare pittore, e fu il padre a dissuaderlo e ad indirizzarlo alle arti culinarie, ma Beck non ha mai smesso di coltivare in privato la pittura. I vini in abbinamento all’esclusiva “experience” di Heinz Beck sono stati selezionati tra le prestigiose aziende vinicole italiane partner dell’Italian Wine Crypto Bank: dal Castello Fonterutoli Chianti Classico Gran Selezione 2017 dei Marchesi Mazzei, al Giovin Re 2017 di Michele Satta, dal Syrah Per Sempre 2018 e Sese Passito di Pantelleria 2018 di Tua Rita, a L’Eccezione Brut Nature Metodo Classico del Podere La Regola, al Solengo 2018 di Argiano, il cui ceo ed enologo, Bernardino Sani, volato apposta a Dubai, ha annunciato il lancio di un Nft legato al Brunello di Montalcino 2016 in versione Magnum della storica griffe di Montalcino, parte della collezione Catch 22 dell’Italian Wine Crypto Bank.Tornando al Non Fungible Token dello chef Heinz Beck - peraltro il primo di una serie di sei - sarà interessante vedere se i possessori lo manterranno o lo metteranno sul mercato, e a quale prezzo.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli