02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

DA CUOCOMIELE A DOLCEMIELE, DA PANEMIELE ALL’APEMASCOTTE: IL 7 DICEMBRE GLI HONEY LOVERS CELEBRANO LA “GIORNATA DEL MIELE”. FOCUS: CONAPI (CONSORZIO CHE PRODUCE PIÙ DEL 20% DEL MIELE ITALIANO), NEL 2010 CONSUMI A +1% E PRODUZIONE A 20.000 QUINTALI

Non Solo Vino
Miele, il dolce prodotto

Dal “CuocoMiele” per assaggiare le tante ricette che vedono il dolce nettare sempre più protagonista in cucina, a “DolceMiele” per scoprire, invece, le tante espressioni in pasticceria, dal classico dei classici “PaneMiele” alla caccia per dare un nome alla mascotte del mondo delle api con l’originale concorso “ApeMascotte”: sono solo alcuni dei dolci appuntamenti dedicati a tutti gli honey lovers, di scena il 7 dicembre per la “Giornata Nazionale del Miele”, nel giorno di Sant’Ambrogio, patrono delle api e degli apicoltori, nel 2010 “Anno della Biodiversità” (info: www.giornatadelmiele.it).
Tra i tanti eventi che attenderanno gli honey lovers nella “Giornata Nazionale del Miele” - promossa da Accademia delle 5T, Mielizia, Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani, Piaggio, Ambasciatori dei Mieli con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e delle Città del Miele, l’associazione che, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, offre una produzione d’eccellenza e territori di grande rilievo storico, ambientale e culturale (info: www.cittadelmiele.it) - “CuocoMiele” sarà una rassegna gastronomica che vedrà come protagonisti i ristoranti dell’Accademia delle 5T, dove i ristoratori amici del miele interpreteranno il prodotto naturale delle api attraverso speciali menu al miele. Con “DolceMiele” sarà, invece, l’alta pasticceria Italiana ad interpretare dolci e specialità regionali utilizzando mieli naturali e biologici, in un concorso che coinvolgerà le 50 pasticcerie dell’Accademia dei Maestri Pasticceri per eleggere il migliore dolce al miele.
E, per far conoscere l’importanza del dolce prodotto delle api, nelle sue tante varietà territoriali, come merenda genuina per una sana e corretta alimentazione, ad Arezzo e Matera, a Montezemolo e Bologna, ma anche a Cesena, Bassano del Grappa e Verona grandi e piccini potranno degustarlo sulla classica fetta di pane grazie agli eventi “PaneMiele”. E poi, largo alla fantasia dei bambini per dare un nome alla mascotte simbolo del mondo delle api con il concorso “ApeMascotte”.

Focus - Conapi: nel 2010 continua la crescita del consumo di miele in Italia (+1%), con una produzione che si attesta sui 20.000 quintali
Nel 2010 il consumo di miele in Italia continua a crescere, con un aumento dell’1% nel periodo giugno 2009-luglio 2010 (dati Nielsen), che “in un momento di grande incertezza economica è un dato che può essere, a ragione, ritenuto positivo, anche se il mercato del miele presenta non pochi problemi di prezzo”, sottolinea Diego Pagani, presidente di Conapi, consorzio nazionale che produce più del 20% del miele italiano e che raggruppa 240 fra cooperative, associazioni e singoli apicoltori di tutta Italia, per oltre 1.000 operatori del settore, dal Piemonte alla Sicilia, con un fatturato di 11,5 milioni di euro (+9,5% all’esercizio precedente) nel periodo luglio 2009-giugno 2010. E, sempre per il 2010, aggiunge Pagani, “stimiamo un conferimento di miele da parte dei soci di 20.000 quintali, con una flessione di 3.000 quintali sul 2009, che era stata un’annata straordinaria dopo le produzioni dimezzate del 2008. Il calo 2009-2010 è tutto a carico del prodotto convenzionale: il miele biologico infatti resta sostanzialmente stabile in termini quantitativi”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli