02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CIBO & SOSTENIBILITÀ

Dai pescatori al piatto, tutto il mondo del mare e i suoi abitanti a Slow Fish a Genova e in Liguria

L’evento biennale di Slow Food riparte, in presenza e diffuso, da un bene comune, tra Laboratori del Gusto e Presìdi Aperti. E il Congresso

“Il mondo della piccola pesca, che vive in un equilibrio già estremamente delicato per le problematiche di gestione in mare e per le storture del mercato, è tra i settori che hanno sofferto di più la crisi. Con la chiusura delle attività di ristorazione e le restrizioni imposte a mercati e fiere, molti hanno perso i principali sbocchi di mercato. Riaccendere i riflettori sulle comunità di pescatori e le risorse del mare assume oggi un significato ancora più forte per comprendere come possiamo provare a ripartire con il piede giusto dopo questa grave crisi pandemica, economica e sociale, guardando al bene comune più importante, l’acqua”. Riparte da qui nelle parole del fondatore di Slow Food Carlin Petrini, “Slow Fish 2021”, la biennale della Chiocciola, dedicata al mare e a tutti i suoi abitanti, già di scena con eventi diffusi in tutta la Liguria e poi nel centro storico di Genova dal 1 al 4 luglio (in concomitanza con il Congresso Nazionale di Slow Food Italia). Nell’attesa tra le gustose anticipazioni organizzate in collaborazione con la Condotta Slow Food Genova Giovanni Rebora nel nuovissimo spazio di QBA - Craft Beer, Food & Beershop, ci sono Laboratori del Gusto come quello dedicato a “Le birre e i muscoli” il 24 giugno e i “Presìdi Aperti” il 26 e 27 giugno in Liguria, dalla pesca artigianale all’olio extravergine, dalle mille sfumature del chinotto allo sciroppo di rose.
Anche per “Slow Fish 2021” sarà un’edizione straordinaria, sia perché è l’edizione n. 10, perché è uno dei primi eventi del calendario nazionale che si possono svolgere in presenza, e sia perché, proprio per rispettare le norme di sicurezza che prevedono il distanziamento ed evitano gli assembramenti, per la prima volta l’evento - promosso con Regione Liguria e il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica - penetra nella città coinvolgendo non solo il Porto Antico, sede storica delle precedenti edizioni, ma vie e piazze del centro cittadino, da Piazza Caricamento a Piazza De Ferrari, da Piazza Matteotti a Piazza della Vittoria, alla ricerca di Casa Slow Food, dei Mercati della Terra e del “mare delle Regioni” con i pescatori ed i loro Presìdi, gli artigiani, i Cuochi dell’Alleanza protagonisti di show cooking e lezioni di cucina, i piatti dei locali segnalati nella Guida alle “Osterie d’Italia” di Slow Food Editore, ricercatori e società civile, dalla Liguria alla Puglia, dalla Lombardia al Piemonte, dalla Calabria alla Campania, fino alla Basilicata; e, ancora, dei Food Truck e dell’Enoteca con oltre 300 etichette delle cantine del Club della Banca del Vino di Pollenzo e selezionate tra quelle recensite dalla Guida “Slow Wine”; e, ovviamente, dei Laboratori del Gusto, in una full immersion tra le conserve di pesce, dall’alaccia salata di Lampedusa alle alici di Menaica, dal mosciolo selvatico di Portonovo alla tinca di Ceresole, assaggiando i salumi di mare abbinati ai vini rifermentati e in una sfida all’ultima ostrica tra Puglia e Liguria, e degli Appuntamenti a Tavola delle cene ospitate da Eataly Genova: da quella dedicata agli scarti del pesce con Marco Visciola del ristorante “Il Marin”, e Jacopo Ticchi della “Trattoria da Lucio” di Rimini, a quella con la cozza selvaggia ed i prodotti delle pialasse ravennati del Delta del Po, con lo staff di cucina di Slow Food Ravenna e il cuoco gastronomo Pierangelo Orselli, passando per il progetto collettivo etico e di cucina dedicato al Mediterraneo con Marco Ambrosini di “28 posti bistrot” di Milano e uno dei cuochi di Collettivo Mediterraneo, un progetto di inclusione sociale e culturale.
Ma dove è possibile anche imparare con le attività di educazione per bambini e famiglie in visita (come con il percorso interattivo “Fish’n’Tips” in Casa Slow Food, dedicato alla biodiversità), e conoscere Slow Food a partire dalle Condotte locali, i gruppi di soci che in ogni angolo del mondo organizzano momenti di approfondimento e conoscenza durante tutto l’anno.
L’Acquario di Genova invece, già protagonista di alcune anteprime digitali dedicate a studenti, insegnanti, educatori e genitori, propone ai visitatori un tuffo nel Mediterraneo per scoprire le caratteristiche degli squali e il motivo per cui questa specie subisce gli effetti della forte pressione di pesca. Palazzo Ducale ospita, invece, due mostre bellissime, “L’Italia di Magnum” e “Michelangelo. Divino artista”, mentre l’installazione artistica in Piazza De Ferrari “Consider yourself as a guest (Cornucopia)”, realizzata dal celebre artista americano Christian Holstad utilizzando rifiuti di plastica, invita a riflettere sul futuro.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli