02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E CULTURA

Dal Metropolitan al Guggenheim, il vino di Puglia conquista musei e teatri di New York

I vini della Regione serviti nei luoghi cult della cultura della Grande Mela, visitati da milioni di persone, grazie all’Associazione Puglia in Rosé
MUSEI, NEW YORK, PUGLIA, TEATRI, vino, Mondo
Dal Metropolitan al Guggenheim, il vino di Puglia conquista musei e teatri di New York

La crescita dell’immagine di un vino e di un territorio, passa anche dalla presenza in luoghi di grande pregio. Grandi ristoranti ed enoteche senza dubbio, ma meglio ancora se si tratta di luoghi frequentati da milioni di persone, e da un pubblico ben più ampio di quello degli appassionati e degli addetti ai lavori. Strada percorsa con decisione dalla Puglia del vino, che, grazie all’attività di Puglia in Rosé, ha conquistato uno spazio di rilievo nei più importanti musei e teatri di New York.
Dal Metropolitan Museum of Art, sulla celeberrima Fifth Avenue, uno dei più grandi musei del mondo, me mette insieme oltre 6 milioni di visitatori ogni anno, al Guggenheim Museum, che vede passare tra le sue sale dense di arte moderna e contemporanea più di un milione e mezzo di visitatori, fino all’Intrepid Sea Air Space Museum, museo di storia marittima e militare, che ospita la navicella spaziale Space Shuttle Enterprise, il primo Shuttle costruito dalla Nasa.
Ma i vini di Puglia riempiranno anche i calici di teatri come il David H. Koch Theater, tempio della danza classica, monderna e contemporanea, o come l’Avery Fisher All, una delle più grandi sale da concerto della città, “casa” della famosa New York Philharmonic Orchestra, entrambi nel cuore del Lincoln Center of Performing Arts.
Una strategia intelligente, per allargare la platea dei conoscitori del vino pugliese, uscendo dalla strada più che affollata dei tanti (e comunque importanti) eventi dedicati al vino.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli