02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DENTRO “CASA ITALIA”

Dalla “bevuta mundial” di Paolo Rossi a Tokyo 2020, il brindisi delle vittorie dell’Italia è Ferrari

A “Casa Italia”, vetrina del made in Italy che accompagna le Olimpiadi tricolori, le bollicine di Trentodoc insieme a Coldiretti, Barilla e Esselunga

In oltre un secolo di storia, italiana oltre che del vino italiano, osservatore privilegiato nei brindisi, le bollicine Ferrari Trentodoc del Gruppo Lunelli non hanno mai mancato i momenti che contano, nello sport e non solo. Dalla “bevuta mundial” alla magnum di Paolo Rossi al Bernabeu, dopo il 3-1 contro la Germania e la vittoria ai Mondiali a Madrid nel 1982, alle tantissime medaglie olimpiche vinte dall’Italia. E il Ferrari Trentodoc Maximum Blanc de Blancs sarà il brindisi ufficiale di Casa Italia anche alle Olimpiadi di Tokyo 2020, al via oggi, dove accompagnerà, come da tradizione, i festeggiamenti delle vittorie degli atleti azzurri.
Quello di Casa Italia è ormai un format consolidato, che unisce lo sport a ciò che di meglio il nostro Paese ha da offrire, dal design alla cultura, dall’ospitalità all’enogastronomia. Aperta ufficialmente ieri dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, dalle Olimpiadi di Los Angeles del 1984 accoglie gli atleti e la stampa, facendosi vetrina del made in Italy. A Tokyo, è ospitata dalla “The Kihinkan - Takanawa Manor House”, gioiello del Liberty giapponese a dieci chilometri dal Villaggio Olimpico, ed il concept che la guida è quello di “Mirabilia”, la meraviglia, che coglie atleti e non solo nell’incontro tra due culture tanto ricche come quelle di Giappone e Italia, con le sue chicche dell’agroalimentare, dalle bollicine del Trentodoc di Ferrari ai prodotti portati qui da Coldiretti, Barilla ed Esselunga, storici partner di Coni e Casa Italia. Dove, come detto, si consolida la collaborazione con Ferrari Trento, che ha celebrato le vittorie di tanti campioni azzurri nei più importanti appuntamenti internazionali, da Vancouver 2010 ai recenti Mondiali di Sci di Cortina passando per Rio 2016 e altri momenti indimenticabili. Sperando di fare altrettanto con gli atleti italiani impeganti a Tokyo, che ancora una volta brinderanno alle loro vittorie con Ferrari Trentodoc, rivivendo i momenti clou delle proprie prestazioni. Le stesse bollicine saranno offerte agli ospiti che ogni giorno, nel rispetto delle normative vigenti, animeranno Casa Italia.
L’aspetto enogastronomico rappresenta, come sempre, un elemento distintivo dell’esperienza di Casa Italia: per l’occasione, i due noti chef cortinesi, Graziano Prest del Ristorante Tivoli e Fabio Pompanin del Ristorante al Camin, in collaborazione con Davide Oldani, hanno studiato una proposta a cui sarà abbinato il Ferrari Maximum Blanc de Blancs, Trentodoc che esprime perfettamente la finezza e freschezza dello Chardonnay di montagna del Trentino, nonché un invito a vivere pienamente le emozioni e a puntare sempre al massimo, #ToTheMaximum, come sicuramente faranno gli atleti in queste tanto attese Olimpiadi.
Una collaborazione “che porta avanti la tradizione dei grandi brindisi firmati Ferrari nel mondo dello sport - ricorda Matteo Lunelli, presidente e Ceo di Ferrari Trento - anche grazie alle nostre bollicine a Casa Italia si sperimenteranno la convivialità e l’arte di vivere italiana alle Olimpiadi. Siamo inoltre particolarmente lieti che tutto ciò avvenga in Giappone che da sempre apprezza molto le nostre creazioni e lo stile di vita del nostro Paese. Sulla scia dei recenti successi della Nazionale di calcio, quest’estate siamo pronti a brindare a un altro straordinario sogno sportivo”. Dopo l’esordio di Ferrari Trento sul podio della Formula 1, quello di Casa Italia Tokyo 2020 è un ulteriore importante tassello del connubio tra il vino e lo sport italiani.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli