02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
INVESTIMENTI

Dopo Botter, il fondo Clessidra acquisisce la maggioranza del Gruppo Mondodelvino

La famiglia Martini, fondatrice dell’azienda, resta nella compagine azionaria. Nasce un colosso da 350 milioni di euro di fatturato

Dopo aver finalizzato l’acquisizione di una quota di maggioranza di Botter Spa, azienda veneziana tra i maggiori esportatori di vino italiano nel mondo, detenuta dalla famiglia Botter e dal fondo IDeA Taste of Italy gestito da DeA Capital Alternative Funds SGR Spa (ne avevamo scritto qui), Clessidra Private Equity Sgr, per conto del fondo Clessidra Capital Partners 3, ha sottoscritto oggi un accordo per l’acquisizione di una quota di maggioranza di Mondodelvino, uno dei principali gruppi vitivinicoli italiani (120 milioni di euro il fatturato 2020, con la quota export pari al 90%) che oggi conta su cinque stabilimenti produttivi in Piemonte, Emilia-Romagna e Sicilia, guidato dalla famiglia Martini, fondatrice dell’azienda insieme a Roger Gabb e a Christoph Mack nel 1991. Come avvenuto per la famiglia Botter, che ha re-investito nel gruppo e continua a ricoprire ruoli manageriali, anche la famiglia Martini rimarrà nella compagine azionaria e continuerà a rivestire incarichi operativi di rilievo, insieme al resto del top management dell’azienda, assicurando così la continuità gestionale dell’azienda.
Caratterizzata da una crescita costante nel corso di tre decenni, la Mondodelvino è oggi stabilmente posizionata tra le prime venti cantine italiane e tra le prime dieci private. Un percorso di sviluppo non interrotto nemmeno lo scorso anno, chiuso con ricavi in crescita di oltre il 6% e pari a 120 milioni di euro, per il 90% realizzati all’estero, principalmente in UK, Germania, Paesi Nordici, Canada e Russia. Con MGM Srl, principale azienda del gruppo e le sue importanti tenute Cuvage, Ricossa, Poderi dal Nespoli e Barone Montalto, il gruppo Mondodelvino rappresenta oggi un riferimento nel settore vitivinicolo soprattutto per quello che riguarda la qualità, l’innovazione e la sostenibilità.
Anche questo investimento - si legge nel comunicato del fondo Clessidra - si inserisce nel più ampio piano di consolidamento nel settore vinicolo di Clessidra. Mondodelvino costituisce, infatti, un ulteriore importante passaggio nel percorso di creazione di un leader italiano nel comparto, un player che, già considerando le due aziende in portafoglio, diventerà il primo operatore privato italiano in termini di ricavi complessivi con 350 milioni di euro realizzati nel 2020. Le due società, inoltre, presentano un’elevata complementarietà sia in termini di denominazioni di vino che in termini di mercati geografici serviti.
“Dopo l’operazione Botter, abbiamo continuato a ricercare profili aziendali adatti al nostro progetto di creazione di un leader italiano del comparto”, commenta Andrea Ottaviano, amministratore delegato Private Equity. “Mondodelvino, per posizionamento competitivo, orientamento internazionale e offerta di denominazioni e brand ha caratteristiche assolutamente compatibili con l’obiettivo strategico di consolidamento. La scelta di puntare su Mondodelvino è stata supportata anche dalla piena condivisione con la famiglia Martini e il resto del top management al nostro progetto”. Francesco Colli, managing director di Clessidra, precisa poi che “Clessidra intende valorizzare le rispettive aree di eccellenza delle due società - Mondodelvino e Botter - preservando le rispettive identità e al tempo stesso assicurando una gestione coordinata a livello di gruppo. In tale ottica il nuovo gruppo sarà guidato da Massimo Romani, attuale amministratore delegato di Botter, che ricoprirà anche la carica di amministratore delegato di Mondodelvino”.
La famiglia Martini, fondatrice del Gruppo Mondodelvino, da parte sua si dice “molto felice che Clessidra, abbia deciso di includere Mondodelvino nel suo progetto di consolidamento. Siamo consapevoli del ruolo e dell’importanza di potere contare su un partner come Clessidra per accelerare il percorso di crescita e di sviluppo, mantenendo nello stesso tempo i valori dei fondatori. Vogliamo ringraziare i nostri soci storici Roger Gabb e a Christoph Mack per il prezioso contributo fornito in questi 30 anni e tutti i collaboratori che hanno contribuito al successo dell’azienda. Siamo certi che Clessidra e il suo gruppo di lavoro ci affiancheranno in questo nuovo percorso, in linea con quanto già sta accadendo con la Botter”.
Anche la famiglia Botter ha commentato positivamente l’operazione: “siamo molto contenti che la famiglia Martini e Mondodelvino abbiano deciso di far parte del progetto avviato con noi da Clessidra. Il nuovo gruppo, in cui abbiamo investito, rappresenterà un player di riferimento per tutto il settore vitivinicolo italiano potendo contare su due aziende con un forte posizionamento competitivo nei principali mercati internazionali e con una rilevante complementarietà strategica”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli